Cronaca di Torino

Qualità della vita nel 2022: Torino perde 9 posizioni

1495
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il Sole 24 Ore ha annunciato la classifica delle città italiane in cui si vive meglio analizzando la qualità della vita nel 2022. Torino ha preso 9 posizioni rispetto al 2021 scendono al 40esimo posto. La classica del Sole 24 Ore analizza e fotografa i livelli di benessere nelle varie città italiane.

La qualità della vita a Torino nel 2022 è peggiorata, il capoluogo piemontese ha perso 9 posizioni e si trova a ricoprire il 40esimo posto nella classifica del 2022.

Sono vari gli indicatori che influenzano la posizione nella classifica finale. Nella classifica “Ricchezza e consumi” Torino è al 13esimo posto perdendo solo una posizione rispetto al 2021. Nella classifica “Affari e Lavoro” Torino ricopre il 26esimo posto mentre in quella “Demografia e società” il capoluogo è al 25esimo posto recuperando due posizioni dall’anno precedente.

Nella classica “Cultura e tempo libero” Torino è 38esima perdendo ben 19 posizioni dal 2021. In “Ambiente e Servizi” Torino è 67esima ma la peggior posizione è occupata dal capoluogo piemontese in “Giustizia e sicurezza” dove risulta essere 91esima su 107 province.

Le altre province piemontesi ricoprono le seguenti posizioni: Cuneo al 36esimo, Novara al 39esimo, Verbano-Cusio-Ossola al 50esimo, Vercelli 56esimo, Alessandria 71esimo, Asti 55esimo e Biella al 65esimo.

Analizzando tutta la classifica troviamo al primo posto Bologna come città in cui si vive meglio. A ricoprire l’ultimo posto nella classifica troviamo Crotone che risulta essere la città italiana dove si vive peggio. Al terzo posto della classica troviamo Firenze e al secondo posto resta Bolzano. Il quinto posto è di Trento mentre Milano si ritrova all’ottavo posto perdendo ben sei posizioni rispetto al 2021. La capitale Roma ricopre il 31esimo posto perdendo anche lei ben 18 posizioni dall’anno precedente.

Guardando velocemente la classifica si può notare un peggioramento della qualità della vita nelle grandi città come Milano, Roma e Torino. Ulteriore aspetto che salta subito all’occhio è il netto divario che si sta creando tra le città del Nord e quelle del Sud Italia.

Snippet:

1495

Related Articles

1495
Back to top button
Close
Close