Cronaca di Torino

Rapina a Torino: il ladro chiama i pompieri e viene preso

4404
Tempo di lettura: < 1 minuto

Dopo aver rapinato una signora nel pomeriggio, in serata il ladro perde il bancomat in una grata.

Non volendo rinunciare al suo bottino, l’uomo chiama i vigili del fuoco per recuperarlo.

L’idea è costata cara al ladro che, in questo modo, è stato subito beccato.

Rapina una signora a Torino, perde il bottino e chiama i pompieri

L’altro giorno Enrico Confetti, 37 anni, ha deciso di aspettare la sua vittima, una signora di 68 anni, nell’androne della sua abitazione.

Una volta che la donna era uscita dall’ascensore, il ladro l’aveva strattonata, urlandole di dargli immediatamente i soldi o l’avrebbe uccisa.

Dopo averla spinta a terra, Confetti ha afferrato che la signora portava con se e si era dato alla fuga.

Era stata una ragazza, che in quel momento stava entrando nell’edificio in corso Tassoni, ad aver chiamato i carabinieri.

La vittima aveva subito fornito una descrizione dettagliata del suo aggressore: il soggetto sembrava avere una quarantina d’anni, capelli corti e scuri e una barba incolta.

All’interno della borsa, non c’era solo il portafogli della signora aggredita, ma anche un tablet e un cellulare.

La sera di quello stesso giorno, i vigili del fuoco sono chiamati per intervenire in corso Regina Margherita.

Un uomo chiede di recuperare un bancomat che, per sbaglio, è caduto in una grata.

Per i vigili del fuoco è un lavoro semplice, ma si accorgono subito che c’è qualcosa che non torna.

Sulla carta non compare il nome di un uomo, ma di una donna.

Quando i pompieri gli chiedono di spiegare questa situazione sospetta, l’uomo farfuglia qualcosa e poi fugge.

Grazie all’utenza del cellulare, per i carabinieri è facile rintracciare velocemente Confetti, che viene riconosciuto sia dai pompieri, sia dalla sua vittima.

L’uomo, che aveva già avuto qualche guaio con la giustizia in passato, ora è accusato di rapina e lesione ed è in carcere in misura cautelare.

Asja D’Arcangelo

4404

Related Articles

4404
Back to top button
Close
Close