Cronaca di Torino

Divorzi in Italia nel 2022: il Piemonte è al terzo posto

127
Tempo di lettura: < 1 minuto

Secondo una classifica stilata dal portale ProntoPro, il Piemonte sarebbe al terzo posto in Italia tra le regioni con il maggiore numero di divorzi nel 2022.

Pioggia di divorzi in Italia nel 2022

In Italia e in Piemonte, dai primi mesi del 2022 a oggi, il numero dei divorzi è aumentato esponenzialmente. Di conseguenza, sono anche aumentate le richieste di avvocati divorzisti.

I dati arrivano da ProntoPro, un portale che permette di trovare professionisti di qualsiasi tipo in base alle proprie esigenze. La piattaforma ha deciso di pubblicare un’analisi dei dati raccolti sui divorzi del 2022.

Se si guarda al 2020, le richieste per una consulenza da un avvocato divorzista erano calate rispetto alla media. Durante il lockdown, un periodo di grande difficoltà, molti non sono riusciti a fare scelte difficili come divorziare.

Nel 2022, invece, le richieste di divorzio hanno raggiunto quota 7.000 nei primi 10 mesi dell’anno. Si tratta di un significativo aumento rispetto al 2021 (attorno al 25%). Il picco di richieste è arrivato soprattutto nel mese di settembre, con un aumento del 135% rispetto a quelle di settembre 2021.

Questo aumento improvviso fa pensare che i mesi passati in lockdown, obbligando le persone a una convivenza forzata, abbiano indebolito i legami di molte coppie.

La classifica ProntoPro sui divorzi in Italia: il Piemonte è terzo

Tutti questi dati hanno permesso al portale ProntoPro di stilare una classifica delle regioni italiane in cui si sono effettuati più divorzi nel 2022.

Nella classifica al primo posto abbiamo la Lombardia con il 9.8% delle richieste, al secondo posto c’è l’Emilia Romagna con l’8,9% . Al terzo posto, al pari con il Friuli Venezia-Giulia, c’è il Piemonte con l’8% delle richieste.

Altri dati relativi ai divorzi del 2022

Il portale fornisce altri dati che vanno dalla tipologia di divorzio alla tipologia di nucleo famigliare.

Due persone su tre richiedono una consulenza per procedere con una separazione consensuale, uno su tre, invece, richiede una consulenza giudiziale.

Per quando riguarda il reddito, circa il 44,5% delle persone ha un reddito pari o inferiore ai 15mila euro.

Nella maggior parte dei casi il nucleo familiare è composto da 4 persone.

127

Related Articles

127
Back to top button
Close
Close