Articoli HPTerritorio

A Ivrea estate 2022 da record per il turismo: in città tanti visitatori stranieri

1125
Tempo di lettura: < 1 minuto

Ivrea l’estate 2022 sarà ricordata come quella dei record per il turismo in città.

Una delle realtà più prestigiose dell’area metropolitana di Torino è stata dichiarata Patrimonio UNESCO per la moltitudine delle sue bellezze e per la varietà delle ricchezze che mette a disposizione. Quella che una volta era conosciuta come una forte cittadina industriale, grazie agli investimenti del grandissimo Adriano Olivetti (e di altri imprenditori minori), si è trasformata oggi in un’attrattiva turistica piuttosto ambita.

Un progresso importante, dovuto a numerosi fattori, che però potrebbe essere ulteriormente migliorato. Ivrea si sta ritagliando un ruolo sempre più importante in ambito turistico, come hanno dimostrato gli importanti risultati raggiunti nel corso di questi mesi.

Ivrea e la sua estate 2022 da record per il turismo

Durante queste settimane, Ivrea ha accolto un numero piuttosto importante di visitatori provenienti da ogni parte del mondo. Non si parla solo di turisti europei provenienti da Paesi come Belgio, Svizzera, Francia, Germania o Spagna, ma anche di viaggiatori giunti dal Sud America e dall’Asia.

Si tratta di un motivo di orgoglio per Ivrea, che sa accogliere un numero sempre più elevato di interessati. A contribuire al suo successo, oltre alle attrazioni e alle iniziative proposte sul territorio, è senza dubbio il posizionamento strategico dal punto di vista geografico. La città si trova in un punto nevralgico del Canavese, un area che sta riscuotendo sempre più ammirazione da numerosi curiosi. Un piccolo paradiso terrestre, che offre ai visitatori una bellezza non comune dei propri paesaggi, per il verde e per la tranquillità che trasmettono. Oltre a ciò, molti giungono in visita per degustare le specialità della tradizione culinaria locale e le eccellenze vinicole del Canavese.

Per dare un’ulteriore spinta alla crescita del turismo occorrono però anche misure importanti, come lo organizzazione di un trasporto pubblico e green all’altezza adeguato al target che si vuole attirare. Bisogna inoltre puntare su una forte campagna di pubblicazione delle bellezze locali, per far arrivare a più persone possibili le meraviglie del nostro patrimonio territoriale.

Serve dunque tanto lavoro per sfruttare pienamente l’animo turistico di Ivrea e di tutto il Canavese, e le premesse da cui partire sono veramente ottime.

(Foto tratta da www.paesionline.it)

1125

Related Articles

1125
Back to top button
Close
Close