Trasporti

Mobike ritira il servizio bike sharing da Torino Nord: troppi furti negli ultimi mesi

493
Tempo di lettura: 2 minuti

Mobike ha deciso di ritirare il servizio di bike sharing da Torino Nord.

La compagnia, che recentemente ha assunto la nomenclatura di Ridemovi, ha  scelto di ritirare i propri mezzi e i propri servizi da alcune delle parti della periferia nord del capoluogo piemontese.

Si tratta di una decisione dovuta alle centinaia di smarrimenti e appropriazioni indebite, che si sono verificati negli ultimi mesi. Nello specifico, tra i quartieri Barriera di Milano, Regio Parco, Borgo Vittoria, Barca e Madonna di Campagna sono stati registrati, solo negli ultimi tempi, ben 350 furti di bici elettriche. Un numero impressionante, soprattutto se si pensa che la flotta è composta da 700 biciclette elettriche, oltre alle più di mille a spinta muscolare e a quelle a pedalta assistita.

Ai furti si sono aggiunti anche gli atti vandalici, che da anni interessano tutte le compagnie che offrono servizi di mobilità condivisa. Le biciclette sono spesso oggetto di manomissioni, nei casi meno gravi, fino ad arrivare al lancio delle stesse nei corsi d’acqua e nelle fosse cittadine. Nel caso di Barriera di Milano, il trincerone di via Sempione è il perfetto esempio di discarica di biciclette a cielo aperto. Stesso discorso si può applicare allo Stura e alla Dora, che accolgono ormai una miriade di mezzi galleggianti.

A completare il quadro ci sono gli ostacoli che, spesso, gli operatori incontrano nel recupero dei mezzi. Oltre alla difficoltà ad accedere ai luoghi in cui le bici vengono gettate, spesso ci si imbatte in cittadini che se ne appropriano e le nascondono nelle proprie cantine. In questo caso gli addetti si trovano di fronte a personaggi pericolosi, che, spesso e volentieri, hanno reazioni violente e minacciose.

Mobike ritira il servizio bike sharing da Torino Nord, ma introduce qualche novità

Nonostante Mobike abbia deciso di ritirare il servizio di Bike Sharing a Torino Nord, non mancano le novità per gli utenti di tutta la città.

Proseguirà il servizio di free floating, che consente di lasciare le bici ovunque, senza il vincolo di doverle parcheggiare presso un apposito stallo. Sarà inoltre integrato dall’arrivo di nuove bici a propulsione muscolare e da quelle a pedalata assistita, che si andranno ad aggiungere alle mille già presenti. Il serivizo funziona e incontra il gradimento e le esigenze del pubblico. Una ragione in più per cui occorre continuare a investire su una città sempre più a vocazione green per quello che riguarda i trasporti.

Insomma, Ridemovi Mobike rinnova la sua flotta, pur escludendo le aree della periferia nord, almeno per il momento, dal proprio raggio di operatività. Una scelta già effettuata in passato da alcune compagnie, che avevano optato per l’abbandono totale. In questo caso, i margini per proseguire sembrano ancora esserci. Occorrerà però un maggior senso di civiltà affinché l’abbandono sia solo parziale.

(Foto tratta da www.fitnessgeek.it)

493

Related Articles

493
Back to top button
Close
Close