Innovazione

eTA Canada: il visto per recarsi sul territorio canadese

326
Tempo di lettura: 3 minuti

Con l’arrivo della bella stagione, numerosi sono coloro che si preparano a passare le vacanze estive all’estero. Un incentivo a recarsi fuori dal nostro paese è già arrivato, in quanto saranno ben 25 i nuovi voli proposti quest’anno dall’aeroporto di Torino Caselle. Per gli amanti dei paesaggi incontaminati e i luoghi selvaggi, una meta ghiotta potrebbe essere proprio il Canada.

È dal 7 settembre 2021, infatti, che i viaggi turistici e lavorativi sono nuovamente permessi in Canada per tutti coloro che risultano essere vaccinati.

Il Canada, stato che per gran parte si trova nel circolo polare artico, dà la possibilità a chi sceglie di visitarlo di perdersi tra i suoi laghi, i suoi parchi e le sue montagne. Tra i luoghi più visitati ci sono senza dubbio il Banff National Park (il più antico e vasto del suo genere nel Nord America) e il Jasper National Park. Quest’ultimo possiede al suo interno anche una spettacolare cabinovia panoramica attraverso la quale i turisti possono ammirare il parco in tutta la sua bellezza.

Per recarsi in territorio canadese, però, non basta acquistare un biglietto all’aeroporto, ma bisogna richiedere un visto o un’autorizzazione di viaggio eTA Canada.

Cos’è l’eTA Canada

L’eTA (Electronic Travel Authorization) è un documento obbligatorio per tutti coloro che si vogliono recare in Canada in volo e che non hanno un visto per il Canada.

In sintesi, l’eTA:

  • È obbligatoria per chiunque voglia recarsi in aereo in Canada e che non ha un visto per il Canada;
  • È valida 5 anni e può essere utilizzata più volte;
  • Si può ottenere facilmente facendo richiesta online;
  • Ha un costo di 19,95 euro, che possono essere pagati con Visa, Mastercard, Nexi, American Express, Postepay o PayPal.

Perché è necessario avere l’eTA per viaggiare in Canada

L’eTA viene utilizzata per impedire l’ingresso nel paese a tutti coloro che il governo canadese ritiene una possibile minaccia. È per questo motivo che chiunque si voglia recare in Canada ha l’obbligo di richiederla (o un visto) prima di poter viaggiare verso il paese.

Anche coloro che devono semplicemente effettuare uno scalo aereo, per poi ripartire per un’altra destinazione hanno bisogno di un eTA.

Il documento si può richiedere online compilando un modulo completamente in italiano in qualsiasi momento della giornata. È importante ricordare che solo coloro che viaggiano in aereo hanno bisogno di un’eTA, non essendo necessaria per viaggi via terra o mare.

L’eTA ha una validità di 5 anni a partire dal momento del rilascio, ma sarà utilizzabile solo fino a quando sarà valido anche il passaporto usato per ottenerlo. Se quest’ultimo dovesse infatti scadere prima dei 5 anni, scadrà anche l’eTA e bisognerà farne nuovamente richiesta.

Chi volesse recarsi in Canada deve inoltre tenere presente che, anche se si è in possesso dell’eTA, non si può soggiornare nel paese per più di 6 mesi consecutivi.

Nel caso in cui il viaggiatore desidera rimanere nel paese per un periodo più lungo, dovrà munirsi di un altro tipo di visto per il Canada, che cambia in base allo scopo per il quale si vuole permanere nel paese. Ad esempio uno “study permit” per motivi di studio, oppure un “work permit” per motivi di lavoro.

Quali sono le condizioni per richiedere un eTA

Il documento viene rilasciato ai viaggiatori in possesso di un passaporto rilasciato da uno dei “visa exempt countries”, dei quali fa parte anche l’Italia.

Essendo non solo più conveniente, ma anche più rapida e facile da ottenere, l’eTA risulta la scelta migliore per chi ha bisogno di recarsi in Canada per periodi che non superano i 6 mesi. A differenza di un normale visto, infatti, questo documento viene rilasciato genericamente in cinque giorni, con un’attesa più lunga solo in casi eccezionali.

Esiste anche un’opzione per richiedere l’etc in maniera urgente, pagando un supplemento. Esiste inoltre la possibilità di richiedere il documento per più viaggiatori allo stesso momento inoltrando una richiesta di gruppo.

È molto difficile che la richiesta di ottenimento di un’eTA possa essere negata. Il motivo principale per il quale le domande per il rilascio di questo documento vengono respinte è che i moduli vengono spesso compilati in modo errato. Molte persone, infatti, prestano poca attenzione durante la compilazione dei campi presenti nel modulo di richiesta dell’eTA Canada. Capita così che possano inserire una risposta sbagliata ad una domanda di idoneità o un numero di passaporto non corretto. Il consiglio migliore, in questo caso, è di rileggere le risposte inserite nel modulo più volte prima del pagamento, in modo da evitare errori accidentali.

Se il modulo risulterà essere stato compilato in modo sbagliato, il richiedente dovrà presentare e pagare una nuova richiesta per l’eTA Canada.

È molto importante che tutti i viaggiatori soddisfano tutti i requisiti per l’eTA Canada. Ad esempio, i viaggiatori con precedenti penali o affetti da malattie trasmissibili o che fanno uso di stupefacenti nella maggior parte dei casi non sono idonei a richiedere un’eTA, e devono richiedere un visto per il Canada. Un altro fattore che può incidere sull’ottenimento dell’eTA è la tipologia di passaporto utilizzato: sarà infatti necessario averne uno con un chip digitale.

All’aeroporto, la compagnia aerea scelta per il viaggio controllerà se i passeggeri diretti in Canada sono in possesso di un’eTA valida attraverso il numero del passaporto. Anche se l’eTA viene di solito rilasciata molto rapidamente, è consigliabile non richiederla all’ultimo minuto.

326

Related Articles

326
Back to top button
Close
Close