Articoli HPTerritorio

Torino, nel quartiere Aurora un campetto da calcio ad impatto zero

393
Tempo di lettura: < 1 minuto

A Torino, presso il Cecchi Point, è stato realizzato un campetto da calcio completamente ad impatto zero con materiali riciclati grazie al progetto Lay’s RePlay, che sarà per il quartiere un punto di riferimento contro l’esclusione sociale.

Un campetto da calcio ad impatto zero verrà presto inaugurato a Torino

Realizzato anche grazie al contributo di Greenfields, il manto erboso del campetto è stato ricavato in parte da plastica riciclata, come ad esempio pacchetti di patatine vuoti.

Al termine del suo ciclo di vita, inoltre, sarà possibile riciclare nuovamente il prato sintetico, comprimendo la plastica di cui è composto.

Hanno collaborato alla realizzazione del progetto assieme a Lay’s anche Uefa Fundation for ChildrenPepsiCo e Streetfootballworld.

La cerimonia di inaugurazione del campetto sarà il 19 maggio

L’inaugurazione avverrà nella Casa del quartiere Aurora il 19 maggio.

La cerimonia si inserirà nel programma di una tre giorni che prevede anche lo svolgimento della finale del del torneo nazionale femminile Gatorade 5v5, che ha visto la partecipazione di numerose ragazze tra i 14 ai 16 anni.

L’esito della partita decreterà chi, tra le due squadre partecipanti, avrà la possibilità di accedere alla finale della Champions femminile, che si svolgerà il 21 maggio presso l’Allianz Stadium.

Tra gli ospiti presenti alla cerimonia sarà presente l’ex calciatore Claudio Marchisio, che interverrà parlando dell’importanza sociale delle attività sportive.

Saranno presenti anche Nadine Kessler, ex centrocampista ritenuta una delle più forti giocatrici in Europa degli scorsi anni, e i The Jackal, brand ambassador di Lay’s. Saranno loro a coinvolgere la comunità durante la cerimonia partecipando anche ad attività sul campo.

Nei prossimi 12 mesi, il campo di Cecchi Point offrirà alla comunità 18 ore di sessioni alla settimana, in modo da coinvolgere oltre 200 persone, tra giovani e donne, a rischio esclusione sociale.

(Foto UEFA Foundation)

393

Related Articles

393
Back to top button
Close
Close