Articoli HPTerritorio

Torino, la Villa dei marchesi di Agliè è da salvare e diventa Villa Becker

1652
Tempo di lettura: < 1 minuto

A Torino, “Villa Becker” è ormai il nome con cui è conosciuta la Villa dei marchesi di Agliè. Si tratta della proprietà di un uomo d’affari inglese, ed è vincolata dalla Sovrintendenza per i beni architettonici e paesaggistici di Torino almeno dal 1991. Dunque, è da almeno 30 anni che si tenta di tutelare un bene dotato di grande valore storico e architettonico, ma c’è poco da fare. La proprietà della villa è privata e si trova in stato di abbandono da anni.

Si tratta di una villa barocca, dotata di un parco straordinario. Purtroppo, in seguito ad un nuovo incendio, la villa della collina torinese si vede privata di un’altra porzione importante di tetto.

I vigili del fuoco per ore hanno cercato di domare l’incendio.

Con una spesa di qualche centinaio di migliaia di euro era stata realizzata una copertura per cercare di preservare gli affreschi presenti nel salone e nelle altre stanze. La copertura, seppur provvisoria, che era stata realizzata, è stata divorata dalle fiamme.

Villa Becker di Torino oggi

La villa è da tempo meta di persone curiose, ma anche di vandali che hanno rovinato i muri e danneggiato gli arredi. I tentativi di contattare la proprietà per attuare una messa in sicurezza degli accessi non mancano. Le richieste della Sovrintendenza sono vincolanti, ma sono pur sempre ingiunzioni che la proprietà può decidere di ignorare correndo il rischio di incappare in un esproprio per abbandono e per la mancanza di sicurezza dell’edificio.

Questa è la storia di molte altre ville di famiglia presenti sulla collina torinese. Alcune ville sono state recuperate a fini residenziali e altre ad uso pubblico. Su Villa Becker, invece, non sono mai stati attuati dei veri e propri progetti di recupero.

1652

Related Articles

1652
Back to top button
Close
Close