Articoli HPTerritorio

Torino, zona Aurora: dopo la Nuvola arriva il progetto del maxi campus

1260
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il quartiere Aurora di Torino è pronto a un rilancio attraverso un progetto di riqualificazione che vede anche la creazione di un maxi campus.

Oramai sono passati quattro anni dalla costruzione del palazzo futuristico noto a tutti come “Nuvola Lavazza” sull’asse di Via Bologna.

I progetti futuri riguardano l’area di ponte Mosca, a ridosso di Corso Giulio Cesare. In questa zona sarà data vita ad un campus urbano ideato da una società olandese chiamata “Torino, zona Aurora: dopo la Nuvola arriva il progetto del maxi campus”.

Si tratta di un progetto che prevede la realizzazione di una realtà mista: un mix tra un albergo a quattro stelle e una residenza universitaria.

Nel quartiere Aurora di Torino nascerà un nuovo campus: i dettagli

In questi giorni è cominciata a tutti gli effetti la prima fase del progetto riguardante i cantieri. A partire dalle prossime settimane, invece, l’attenzione si focalizzerà sulla demolizione degli edifici ancora in piedi del tutto inutilizzati.

Il progetto del maxi campus della zona Aurora prevede la realizzazione di più di 500 camere. Sarà presente una palestra e degli spazi dedicati all’attività di coworking.

Al progetto urbano non mancherà assolutamente una zona verde: verrà realizzato un parco di 6.000 metri quadrati che sarà gestito proprio dalla proprietà dell’hotel, dove però potranno anche svolgersi attività di carattere pubblico.

Si tratta di un’idea importante per il quartiere Aurora di Torino, in quanto ormai è da anni che i suoi abitanti richiedono un’opera di riqualificazione e di recupero. Occorre non dimenticare che le riqualificazioni tra i suoi effetti benefici porta anche un aumento del valore commerciale degli immobili.

Il caso della Nuvola Lavazza si può prendere da esempio: nel raggio di 200 metri dalla struttura l’incremento di valore degli immobili ha avuto rialzi anche del 25%.

Si tratta di una percentuale non indifferente che diminuisce man mano che ci si allontana dall’isolato d’interesse. Infatti, a 500 metri di distanza il rialzo si attesta circa sul 15%.

Al contempo, ciò che è cresciuta è anche la richiesta. Negli ultimi tre anni la domanda è cresciuta del 10% passando dal 20 al 30%.

1260

Related Articles

1260
Back to top button
Close
Close