AmbienteArticoli HP

Piemonte, stanziati fondi per riqualificare fiumi e laghi

472
Tempo di lettura: < 1 minuto

Anche quest’anno il Piemonte ha scelto di stanziare nuovi fondi per riqualificare i fiumi e i laghi della Regione.

Una scelta fatta per la prima volta nel 2018 e che il Piemonte compie per il quinto anno di fila.

Dal 2018 a oggi, infatti, sono stati erogati circa 9 milioni di euro per realizzare ben 46 interventi.

Tra questi figurano l’adeguamento di opere idrauliche con dispositivi per la risalita della fauna ittica, la gestione conservativa della vegetazione perifluviale e il recupero di aree umide come risorgive, rami laterali e lanche.

Questi interventi hanno interessato 3 laghi, 30 corsi d’acqua e anche un canale di particolare valore naturalistico.

La Regione di anno in anno ha poi deciso di destinare a fiumi e laghi somme sempre più cospicue. Questo testimonia la sua attenzione a questo tema.

In particolare, da poco più di 1 milione e 300 mila euro messi a disposizione nel 2018 si è arrivati ai 2 milioni e 900 mila euro stanziati per il bando del 2022.

Nel 2021 grazie ai 2 milioni e 871 mila euro stanziati hanno avuto il via ben 13 progetti, che hanno coinvolto 30 comuni, la provincia di Asti e 3 Parchi.

I finanziamenti sono poi anche uno strumento di attuazione del Piano di Tutela delle Acque approvato dal Consiglio Regionale. La prima versione del Piano è del 2007, ma ora è stato revisionato e aggiornato.

Il Piemonte stanzia fondi per riqualificare fiumi e laghi: tutti i dettagli

Tra i principali obiettivi degli interventi ci sono la riduzione dell’inquinamento dei nutrienti di origine agricola e il miglioramento della continuità longitudinale. Questo si può ottenere realizzando passaggi per pesci o demolendo le dighe.

I fondi hanno poi lo scopo di finanziare progetti per migliorare le condizioni idromorfologiche e per aumentare l’efficienza idrica adottando misure apposite.

Inoltre, tutte le azioni di riqualificazione dei laghi e dei fiumi rientrano tra gli strumenti per mitigare i cambiamenti climatici.

Sono dunque interventi fondamentali per affrontare le criticità di fiumi e laghi e per prevenire i danni causati dagli effetti dei cambiamenti climatici.

I beneficiari dei finanziamenti possono essere Comuni, sia in forma singola che associata, Province, Città Metropolitana, gli Enti gestori delle aree naturali protette e dei siti della rete Natura 2000.

Tutte le domande dovranno essere presentate entro le ore 12 del 5 maggio 2022.

472

Related Articles

472
Back to top button
Close
Close