Animali

Animali, il Comune di Torino vuole creare un canile sanitario a Falchera

1166
Tempo di lettura: < 1 minuto

Torino vuole rispondere all’emergenza canili con una proposta di creare a Falchera un canile sanitario.

Un’iniziativa nata dopo le diverse segnalazioni di emergenza regata ai rifugi canini città, sempre più al collasso.

Infatti i cani randagi sono in crescita e i rifugi sono colmi e le adozioni non riescono a svuotare le strutture.

Animalisti e associazioni chiedono da tempo un rimedio a una situazione che si aggrava con il passare del tempo. Infatti il freddo e il gelo sono un pericolo per gli animali in strada che non possono essere ospitati dalle strutture preposte.

A Torino un progetto per un canile sanitario a Falchera: i dettagli

L’assessore con delega alla tutela degli animali della città di Torino, Francesco Tresso, stila una nuova frontiera per i canili della Città della Mole.

L’idea è di spostare il canile sanitario da Grugliasco a Falchera, negli spazi di strada Courgné.

Un piano importante, che tuttavia è Ancora in fase di studio e definizione, a partire dai costi e come reperire le risorse per la riuscita del progetto.

L’ASL, assieme al comune, sta studiando una prima stima del piano per la definizione dell’opera.

Una delle stime da definire è quella legata al costo della struttura. Al momento la struttura di Grugliasco è sotto la direzione del dipartimento di veterinaria dell’Università di Torino.

Un affidamento che scadrà a metà del 2022, e che adesso potrebbe mutare la fisionomia degli affidi. Il comune aprirà un bando per 14 nuove strutture per l’affido dei cani randagi.

1166

Related Articles

1166
Back to top button
Close
Close