Articoli HPTerritorio

Torino, l’emergenza cinghiali continua a Cavoretto: nuove segnalazioni

960
Tempo di lettura: < 1 minuto

Le segnalazioni per l’emergenza cinghiali, a Torino, e a Cavoretto sono numerose rispetto all’esiguo numero di incidenti registrati in un anno: 3 per l’esattezza.

A Cavoretto il rapporto tra il paese e i cinghiali si è fatto molto “stretto”. Un’espressione da interpretare letteralmente data la ravvicinata vita che conducono i cittadini e gli animali. I cinghiali scorrazzano liberamente nella collina e nella pre-collina confinante al paese.

Nonostante questa vicinanza, però, secondo le statistiche non c’è di cui preoccuparsi. Infatti, nel 2020, ci sono stati solo tre incidenti con il coinvolgimento dei cinghiali. I tecnici della Città Metropolitana si sono recati nella città di Cavoretto per rassicurare i cittadini della situazione non pericolosa con la quale convivono. Durante l’incontro organizzato dalla circoscrizione Otto, è stato fornito ai residenti del borgo un vademecum.

Nuovi avvistamenti di cinghiali a Torino, zona Cavoretto: i dettagli

All’interno del vademecum, infatti, si trovano delle semplici regole per vivere in armonia con queste creature. Effettivamente, i cinghiali non hanno interesse ad interagire con l’uomo nonostante siano animali selvatici che, se minacciati, possono aggredire per difendersi.

Alcuni consigli da seguire:

  • Andare piano di sera con l’auto
  • Non lasciare per strada l’immondizia
  • Recintare orti e abitazioni
  • Tenere sotto custodia i cani durante le passeggiate

Riguardo l’emergenza cinghiali, nel 2021 il piano di contenimento ha previsto 166 interventi su un totale di 180 capi tra Torino, Moncalieri e Pino Torinese.

L’incontro tenutosi a Cavoretto si è dimostrato utile per sfatare alcuni pregiudizi su questi animali selvatici. La gestione del fenomeno deve essere preventiva. L’uccisione di alcuni esemplari, per far fronte al problema, non fa altro che peggiorare la situazione e di conseguenza aumentare i capi.

In caso di emergenza contattare la protezione animali o le forze dell’ordine. Cliccare QUI per accedere al link del sito web della protezione animali per la tutela dei cittadini.

960

Related Articles

960
Back to top button
Close
Close