Economia

Territorio, la Cavourese è stata venduta ad Autoguidovie

1071
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il Piemonte lascia un altro pezzo di storia: la Cavourese è stata venduta ad Autoguidovie, gruppo lombardo.

Una cessione che arriva proprio nel periodo di ripresa degli afflussi verso la città della Mole.

La Cavourese nasce il 14 Dicembre del 1945 e all’inizio era dotata solo di una linea, la Cavour-Pinerolo, e di un solo autobus modello Fiat 626 di 30 posti. L’azienda, che in principio era a conduzione familiare, ha avuto uno sviluppo notevole fino ai giorni d’oggi tanto da contare 185 autobus totali, che percorrono annualmente 6 milioni di chilometri, e fattura 11 milioni d’euro con 195 dipendenti.

Oggi le Autoguidovie, una delle istituzioni di spicco in Lombardia nel settore del trasporto pubblico, ha concluso l’affare con l’azienda piemontese acquisendola.

La Cavourese venduta ad Autoguidovie: i dettagli

L’AD Antonio Fenoglio ha rilasciato un’intervista dove approvava passaggio di proprietà in quanto vettore di sviluppo e continuità per la Cavourese.

Inoltre l’azienda ha assicurato che non ci saranno licenziamenti.La società ha dichiarato che la cessione è arrivata per via di mancanza di eredi.

Dice, inoltre, che per tradizione la società piemontese è sempre stata una azienda che è passata da zio a nipote, e ricorda il suo predecessore.

Il nuovo amministratore delegato, Giovanni Tresoldi, ha dichiarato che il nuovo consiglio di amministrazione sarà composto da quattro membri. Continua affermando la loro attuale presenza nel territorio Piemontese con la Sta, che opera nel bacino Novarese.

Nell’intervista si è parlato anche di un investimento ecosostenibile sulla transazione energetica per il trasposto, della formazione dei dipendenti e della digitalizzazione dei sistemi al fine di creare occupazione territoriale.

L’alta qualità dei servizi erogati è sempre stata una delle caratteristiche fondamentali della Cavourese. Fenoglio ha tenuto a precisare che l’accordo non cambierà la condizione dell’azienda. Nessuna tratta sarà cambiata, compresa quella da Pinerolo verso il mare, come è sempre stato.

1071

Related Articles

1071
Back to top button
Close
Close