Articoli HPTerritorio

Grugliasco, sarà chiuso lo stabilimento Maserati: sindacati divisi

794
Tempo di lettura: < 1 minuto

Lo stabilimento Maserati di Grugliasco sarà chiuso, e la produzione verrà spostata integralmente a Mirafiori, unico stabilimento Stellantis a Torino.

Il trasloco è fissato entro fine anno, ma questa scelta divide i sindacati, che non hanno una linea di pensiero univoca riguardo la questione.

Lo stabilimento Maserati di Grugliasco sarà chiuso e trasferito a Mirafiori: i dettagli

L’ormai certezza del trasloco da Grugliasco a Mirafiori ha agitati i sindacati, che hanno scatenato un vero e proprio dibattito in merito.

FIOM sostiene che la mossa sia una mazzata per il Comune di Grugliasco, e che in questa maniera l’intera zona sarà impoverita dal trasloco.

Di tutt’altro avviso sono invece i sindacati di FIM, UILM E FISMIC, che sostengono che la priorità non sia quella di preservare lo stabilimento in quanto tale, ma quello di garantire un idoneo livello di produzione e conseguenzialmente non diminuire il livello occupazionale raggiunto in questi anni. La priorità resta dunque quella di non licenziare nessun dipendente.

In questo modo Mirafiori diverrà un polo per quanti concerne la mobilità elettrica. Infatti, oltre a 500 bev, verrà spostato l’intero compartimento della piattaforma elettrica Maserati, ribattezzata Folgore.

Questo compartimento debutterà il prossimo anno, quando l’azienda lancerà sul mercato la nuova Gran Cabrio e la nuova Gran Turismo. Nel 2024, invece, il mercato vedrà la nuova Maserati a quattro porte.

Lo stabilimento di Grugliasco, attivo dal 2009 dopo l’acquisto di Sergio Marchionne, chiuderà i battenti.

I reparti di verniciatura e linee saranno operativi nella nuova sede a partire già da fine anno per Ghibli e la quattro porte. I 1100 dipendenti resteranno in corso Alemanno fino al 2024, ossia i lavoratori del reparto lastratura.

Il 25 ottobre sarà istituito un tavolo di discussione per definire in maniera ufficiale tempi e modi del trasloco. Gli organi aziendali, invece, domani definiranno un tavolo per discutere dell’indotto auto.

794

Related Articles

794
Back to top button
Close
Close