Articoli HPTerritorio

Riapertura ex officine Savigliano: una nuova vita per l’impianto

1326
Tempo di lettura: < 1 minuto

Torna al centro dell’attenzione la riapertura delle ex officine Savigliano. Dopo che il covid aveva frenato tutti i progetti, finalmente si torna a parlare della riqualificazione di questo impianto. Dopo l’annuncio delle novità nell’estate 2019 infatti l’epidemia da covid19 aveva sospeso qualsiasi progetto. Ma ora si ricomincia ad immaginare la rinascita di questi luoghi.

L’obiettivo è cancellare la triste storia dello Snos, il centro commerciale che avrebbe dovuto essere punto di inizio della riqualificazione delle officine. Intento però non raggiunto: lo Snos, infatti, è arrivato quasi sull’orlo del fallimento a soli dieci anni dalla sua apertura.

Le grandi novità annunciate nell’estate 2019 si sarebbero dovute concretizzare nella primavera nel 2020, ma poi l’ondata covid aveva bloccato ogni cosa. Ora si torna a parlare con ottimismo della riapertura delle ex officine Savigliano. Massimo Teppa, infatti, direttore del gruppo Policentro, ha annunciato che la riapertura è prevista intorno alla metà di dicembre. Si devono ancora superare gli ultimi ostacoli burocratici, ma il direttore assicura che tutto è pronto per offrire a Torino una nuova visione di questo storico edificio.

I primi passi verso la riapertura delle ex officine Savigliano

Biglietto da visita della riapertura delle ex officine Savigliano sarà l’apertura dei negozi verso l’esterno. Infatti, ci saranno ben 160 metri di dehors collocati sui marciapiedi delle ex officine. Ad accogliere la clientela poi ci saranno almeno 20 insegne, che corrispondono al 95% dello spazio disponibile.

Per il momento, oltre al lounge bar di Costadoro, già in funzione, si conoscono poche novità. Tra quelle annunciate, spicca il nome di Zero Gravity, la famosa palestra milanese che si occupa di discipline acrobatiche e che prenderà il posto di Unieuro. Le altre realtà al momento rimangono nell’anonimato.

Il gruppo Policentro però ha annunciato che la riapertura delle ex officine Savigliano si baserà su due punti. Da una parte, il progetto ha l’obiettivo di diventare punto fermo dello street food, tramite un’ampia gamma di ristoranti a vario tema, dalla tradizione all’esotico. Dall’altra, punterà sui servizi per le famiglie, con molti spazi dedicati alla spesa e all’intrattenimento. A questo scopo rimarranno aperti sia il Lidl che il Gigante, supermercati che erano già presenti nella vecchia galleria.

Nella struttura ci saranno infine anche delle botteghe green, che saranno disposte fino al corridoio centrale, secondo il modello dei mercati rionali internazionali. Come il Mathallen di Oslo ad esempio. Infine, il marciapiede esterno, una volta ultimato, sarà destinato ad ospitare non solo mercatini, ma anche spettacoli all’aperto.

(Foto tratta da Museo Torino)

1326

Related Articles

1326
Back to top button
Close
Close