Articoli HPTerritorio

Villetta confiscata alla mafia diventa una struttura per malati terminali a Torino

1524
Tempo di lettura: < 1 minuto

Una villetta confiscata alla mafia sarà trasformata in una struttura dedicata ai malati terminali a Torino.

Una grande novità dal punto di vista sanitario, che sorgerà in via Chambery, nel quartiere Pozzo Strada. A due passi da corso Francia e corso Brunelleschi, infatti, è stata sequestrata una piccola palazzina indipendente, che apparteneva alla malavita organizzata.

Un sequestro che è stato concretizzato grazie all’operazione Minotauro, che ha permesso alle forze dell’ordine di portare alla luce diversi beni di proprietà delle organizzazioni mafiose e di restituirli alla cittadinanza. È il caso di questa villetta, che vivrà presto una nuova fase della propria esistenza.

La nuova struttura per malati terminali a Torino, la Centrale di Coordinamento delle Cure Palliative dell’ASL 

Nello specifico, il complesso di via Chambery sarà trasformato nella Centrale di Coordinamento delle Cure Palliative dell’ASL Città di Torino.

Si tratterà di una struttura appositamente creata per far fronte alle esigenze dei malati terminali e dei loro familiari. Un punto di riferimento per consentire ai pazienti di vivere, per quanto possibile, in serenità e condizioni positive le ultime fasi della propria vita.

Su tutto il territorio cittadino non sono numerose le realtà di questo genere. La possibilità per i malati terminali di accedere a ulteriori cure e riferimenti per affrontare al meglio le proprie difficoltà.

Insomma, un’operazione dalla doppia utilità, che offre un servizio ai torinesi e che priva la mafia di uno dei suoi numerosi possedimenti. Presto si potrà assistere ad altri esempi di queste trasformazioni, con cambiamenti delle destinazioni d’uso di immobili un tempo impiegati illegalmente.

(Foto tratta da www.laleggepertutti.it)

1524

Related Articles

1524
Back to top button
Close
Close