Articoli HPUrbanistica

Sfm5, approvata la delibera al Prg per la stazione San Paolo a Torino

3304
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il progetto Sfm5 continua a essere una delle principali opere di trasformazione della città, con la stazione San Paolo che presto vedrà la luce a Torino.

Il capoluogo piemontese si appresta ad accogliere le nuove modifiche al suo sistema di trasporto ferroviario, con la grande ambizione di veder sorgere ben tre nuovi scali ferroviari.

Per ciò che riguarda la stazione San Paolo, per l’appunto, si sta procedendo in maniera più spedita rispetto alle altre stazioni. Quella del quartiere semicentrale della città sarà una delle novità più importanti: rappresenta una priorità assoluta e ciò è evidente nelle intenzioni dell’amministrazione comunale. Palazzo Civico ha inoltre approvato una delibera al Piano Regolatore per introdurre una variante. In questo modo, la palla passa al Comune di Grugliasco, che sarà invitato a un tavolo di discussione con il Comune di Torino e la Città Metropolitana per affrontare la questione relativa alla stazione nei pressi di Le Gru.

Il progetto Sfm5 e la costruzione della stazione San Paolo a Torino

Il progetto della Sfm5 a Torino prevedrà ancora qualche anno per la realizzazione dei lavori.

Le stazioni di zona San Paolo, di Le Gru e quella nelle vicinanze dell’ospedale San Luigi di Orbassano saranno costruite nei prossimi tre anni. Alla fine dello scorso anno, gli incaricati dei lavori avevano fissato come termine di conclusione delle operazioni il 2024. Se davvero si vorranno consegnare in soli tre anni tutti i progetti, occorrerà procedere in maniera piuttosto celere.

RFI, negli scorsi mesi, aveva mostrato come si articoleranno i programmi dei lavori. La stazione San Paolo sarà allestita tra corso Siracusa, corso Trapani e via Tirreno. Una scelta dettata dall’utilità, vista la posizione strategica della futura stazione. L’ideale per i futuri collegamenti della linea ferroviaria metropolitana. Non a caso lo scalo sorgerà complesso nei pressi dell’Istituto Sociale, dove un tempo era situata la sede della Zust Ambrosetti. In questo caso sarà necessario un investimento da più di 11 milioni di euro portare a compimento tutte le opere.

La stazione che si posizionerà accanto a Le Gru, nella zona di Borgata Quaglia, sarà costruita dove attualmente trova posto la rotonda che collega via Crea e strada Antica di Grugliasco. In questo caso si procederà con scavi sotterranei a circa sei metri di profondità. Si lavorerà, chiaramente, a un collegamento stradale in superficie.

Infine, per ciò che concerne la fermata vicino all’ospedale San Luigi di Orbassano, si dovrà intervenire anche con opere accessorie come un enorme parcheggio, che ospiterà 400 posti auto, rastrelliere per le biciclette e stalli per i mezzi ecologici. 

3304

Related Articles

3304
Back to top button
Close
Close