Articoli HPTerritorio

Cartier investe su Torino: 25 milioni per un nuovo polo del lusso in città

14961
Tempo di lettura: < 1 minuto

Cartier decide di puntare tutto su Torino.

Il gruppo Richemont, proprietario del marchio fondato in Francia oltre un secolo e mezzo fa, ha deciso di investire sul capoluogo piemontese. La città della Mole è pronta ad accogliere un nuovo polo del lusso, che sorgerà nell’area nord-ovest. Per la precisione, il nuovo sito produttivo sarà realizzato nell’area Basse Stura.

L’obiettivo di questo colosso del settore della gioielleria è quello di avviare una moderna e altamente tecnologica produzione città. Insomma, la holding svizzera (già titolare dei Brand Montblanc, Van Cleef e Buccellati) intende incrementare la sua sua presenza a Torino, sfruttando i notevoli punti di forza della manodopera italiana e la qualità del Made in Italy.

Dettagli del progetto di Cartier a Torino

Questo nuovo progetto di Cartier si configura come una delle opere più ambiziose per il rilancio economico della città.

Il gruppo elvetico, dopo diversi mesi passati a portare avanti le trattative con il Comune di Torino per l’assegnazione degli spazi e l’ottenimento delle concessioni, è riuscito a formalizzare le sue manovre per l’immediato futuro.

Nello specifico, l’azienda avrà bisogno di ben 300 nuovi dipendenti per riuscire a mandare avanti le sue linee di produzione in città. Il nuovo polo, che avrà dimensioni piuttosto imponenti, dovrà essere realizzato in 18 mesi. I lavori partiranno a breve e si concluderanno con la consegna dell’opera entro il 2023.

Si tratta di una notizia molto positiva dal punto di vista economico per Torino e tutto il Piemonte. Tutta la filiera del lusso e della gioielleria, infatti, nel corso dell’ultimo anno ha subito ingenti perdite, per ovvie ragioni. Basti pensare al crollo dell’export del distretto di Valenza, che rappresenta la punta di diamante di questo comparto a livello locale e nazionale.

Sapere che in città sta per sbarcare non simile colosso, in grado di dare una boccata d’aria d’ossigeno non indifferente a questo settore, non può che far ben sperare dal punto di vista produttivo ed occupazionale.

(Foto tratta da www.cartier.com)

14961

Related Articles

14961
Back to top button
Close
Close