Articoli HPEnogastronomia

Torino al secondo posto nella classifica delle città più vegane d’Italia

2583
Tempo di lettura: 2 minuti

Torino è seconda nella classifica delle città più vegane d’Italia: tutti i dati raccolti da Myprotein

Torino si è aggiudicata il secondo posto nella classifica delle città più vegane d’Italia.

Questa speciale graduatoria, stilata da Myprotein, ha preso in esame diverse variabili per nominare le città più Vegan-friendly d’Italia del 2021.

Al primo posto si è piazzata Roma, con un’offerta di ristoranti e negozi a tema inevitabilmente superiore rispetto a tutte le altre realtà esaminate. Subito dopo si è piazzato il capoluogo piemontese, che ha anticipato Milano. Il capoluogo lombardo si è preso il gradino più basso del podio. A seguire troviamo Venezia, Bologna, Firenze, Genova, Napoli, Catania e Palermo, che completano la top 10.

Per stilare questa classifica, Myprotein ha messo in conto le attività relative a questo settore e le abitudini relative all’alimentazione vegana. Per la realizzazione della graduatoria si è poi affidata ai dati raccolti da HappyCow, Burgerabroad e Vegan.com.

La situazione torinese

Lo stile alimentare vegano si è diffuso con sempre maggiore rapidità nel corso degli ultimi anni. Un modello che ha particolarmente preso piede nel Nord Italia e che ha trovato anche numerosi estimatori nel Mezzogiorno.

Tantissimi italiani, a oggi, hanno scelto di fare a meno di carne e latticini nella loro alimentazione. Una vera e propria scelta di vita, che attualmente è stata adottata da 80 milioni di persone in tutto il mondo. Di questi, 5 milioni si trovano solo nel nostro Paese. Numeri impressionanti, che rendono l’idea della velocità con cui questo stile si stia propaganda a tutte le latitudini. 


Per poter sostenere questo regime alimentare è fondamentale affidarsi alle proteine e a scelte per un vivere sostenibile. La stessa linea che segue Myprotein, che propone miscele proteiche brevettate, acqua proteica vegana, barrette e snack, fino ad arrivare a pasti completi. Ne è esempio il chili con carne vegano.

Analizzando a fondo i numeri, si scopre che Torino è prima per numero di ristoranti vegan friendly (se ne contano 169 in città) e seconda per numero di ristoranti esclusivamente vegani (17, alle spalle di Milano, che ne vanta 24). Con 30 punti vendita, il capoluogo piemontese è secondo (a pari merito con Milano, ma dietro a Roma, che ne ha 46) per totale di negozi con alimenti salutari. Nella graduatoria, la città della Mole risulta più staccata dalla concorrenza per numero di negozi di vitamine e integratori: ce ne sono appena 8.

Insomma, il modello alimentare vegano sta affascinando sempre più torinesi, che sono più propensi ad abbracciare questa filosofia di nutrizione.

2583

Related Articles

2583
Back to top button
Close
Close