Articoli HPTerritorio

Torna il problema dei lupi in Piemonte: gli animali distruggono allevamenti

2101
Tempo di lettura: < 1 minuto

I lupi in Piemonte tornano a minacciare gli allevamenti: gli animali danneggiano imprese e famiglie

È tornato il problema della presenza dei lupi in Piemonte.

Gli animali sono nuovamente a spasso per le zone montuose e collinari delle province piemontesi. Nelle loro scorribande, i lupi causano danni irreparabili a raccolti e allevamenti, mettendo in seria difficoltà le famiglie e le piccole imprese che operano su questo territorio.

Per fare fronte a questa emergenza, si sono riuniti gli organi rappresentativi competenti, come gli enti locali, la Coldirettil’Unione Montana dei comuni coinvolti e numerosi altri enti di riferimento. L’obiettivo è quello di limitare quanto più possibile le conseguenze negative in aree fortemente soggette a questi rischi. In questo caso si parla delle zone di CuneoTorino e del Verbano-Cusio-Ossola.

I lupi si sono fatti vedere con maggiore insistenza in un periodo in cui è arrivato un forte calo delle temperature. Al freddo si è affiancata la neve, scesa con intensità piuttosto contenuta nelle ultime settimane.

Le possibili soluzioni

Gli animali si sono presentati anche in zone collinari e di pianura. Secondo diversi esperti interpellati, i lupi non sono aggressivi verso l’uomo, ma occorre tenere conto che si parla di animali selvatici. La loro ricerca di cibo e di prede, però, li porta a danneggiare raccolti e uccidere animali da allevamento.

Un comportamento che danneggia irrimediabilmente le condizioni economiche di un settore in crisi per diverse cause, e che fatica ad acquisire nuovi operatori. I potenziali investitori vorrebbero evitare di andare incontro a questi spiacevoli inconvenienti e spesso non sono incentivati a cimentarsi in queste attività. Dall’altro lato ci sono gli esercenti già attivi, che non possono subire altri danni anche dalla natura, oltre a quelli generati già dal contesto economico.

Tra le soluzioni paventate, si è fatta largo anche quella di un programma di abbattimento selettivo. Si tratta di un progetto già avviato in Francia, che ha avuto una sua efficacia. In questo modo, vengono arginati i problemi e si limitano le nascite dei lupi, che tendono a riprodursi velocemente. La soluzione, comunque, non incontra il parere favorevole degli animalisti, che richiedono un punto di incontro per contenere i disagi e per evitare che gli animali vengano uccisi.

2101

Related Articles

2101
Back to top button
Close
Close