Mole24 Logo Mole24
Home » Enogastronomia » McDonald’s dona centinaia di pasti a Torino: la catena attiva nella solidarietà ai meno abbienti

McDonald’s dona centinaia di pasti a Torino: la catena attiva nella solidarietà ai meno abbienti

Da Alessandro Maldera

Gennaio 20, 2021

Logo Mc Donald's e hamburgher

McDonald’s regala a Torino un’altra grande iniziativa di solidarietà.

La catena di fast food e laFondazione per l’Infanzia Ronald McDonald, che fa parte sempre delle proprietà del fondatore del brand americano, hanno deciso di attivarsi in un momento molto difficile dal punto di vista economico e sociale.

Richiami Prodotti Italia App

Una dimostrazione di sensibilità non indifferente, che rientra nel programma “Sempre aperti a donare“, lanciato proprio dall’azienda e dalla relativa fondazione.

Il progetto proposto prevede la donazione alla nostra città di 300 pasti alla settimana, per un periodo di otto settimane. Centinaia di alimenti resi disponibili per tutti coloro che non possono permetterselo, in un periodo di profonda crisi.

Un gesto nobile, che vedrà la partecipazione di Banco Alimentare Piemonte.

Quest’ultimo si affiderà a diverse strutture per il ritiro e la distribuzione di tutti i pasti donati. Tra queste troviamo l’Arcidiocesi di Torino, la Chiesa Cristiana Evangelica Issacar, la Parrocchia San Luca Evangelista e molte altre tra città e provincia.

Questo progetto assume un carattere nazionale ed è esteso al di fuori dai confini torinesi. Entro la fine del mese di marzo, infatti, saranno regalati ben 100mila pasti caldi in tutta Italia, con diverse città del nostro Paese già organizzate con apposite strutture di ritiro e distribuzione delle provviste a tutti coloro che ne avranno diritto.

Interno locale Mc Donald's Lingotto Torino

I ristoranti che si occuperanno delle donazioni

Il capoluogo piemontese potrà dunque beneficiare di un aiuto non indifferente, per poter sostenere l’alimentazione di diversi soggetti in gravi difficoltà economiche.

Tra la città e la provincia, i ristoranti a marchio McDonald’s sono quasi trenta. Quelli impegnati nella preparazione dei pasti e nell’invio a Banco Alimentare Piemonte saranno quelli di 

Un’azione che rende l’idea di come McDonald’s sia costantemente impegnata in opere di sostegno alle persone fragili, soprattutto in un momento in cui i poveri sono vertiginosamente aumentati, in seguito alla diffusione del Coronavirus.

Le conseguenze della pandemia hanno notevolmente impoverito gran parte della popolazione, per la quale ogni aiuto può rivelarsi fondamentale.

Alessandro Maldera Avatar

Alessandro Maldera

Giornalista, ha collaborato per molti anni con testate giornalistiche nazional e locali. Dal 2014 è il fondatore di mole24. Inoltre è docente di corsi di comunicazione web & marketing per enti e aziende