Articoli HPTrasporti

Evitare assembramenti sull’autobus con un’ app

2358
Tempo di lettura: < 1 minuto

Con l’avvio della Fase 3, tutto è quasi tornato alla normalità, anche la mobilità sui mezzi di trasporto. Il problema, con la quasi totale apertura delle aziende, scuole e università, resta il sovraffollamento sui mezzi di trasporto. A questa difficoltà, ha cercato di ovviare una società torinese: la 5T Torino. L’impresa infatti, per far evitare assembramenti sull’autobus alle persone, ha creato un applicazione molto utile.

Evitare assembramenti sull’autobus, l’idea della 5T Torino

La 5T Torino è una società in-house a partecipazione pubblica che opera per conto della: Città di Torino, Regione Piemonte e Città Metropolitana di Torino. Si occupa di Intelligent Transport Systems e ha come obiettivo quello di migliorare la mobilità individuale e collettiva.

Nei 20 anni di attività, con la 5T, sono stati ideati numerosi sistemi e servizi, per la mobilità cittadina e regionale. Tra i progetti troviamo l’applicazione “Muoversi a Torino”, portale di infomobilità del Comune. 

L’app è utile nella gestione dell’ancora presente, emergenza Coronavirus.

fermata tram torino
Evitare assembramenti sull’autobus con un’ app

Come Funziona?

Tutto sarà lasciato in mano all’autista. Non ci sarà un numero massimo di persone che potrà salire a bordo del mezzo. Sarà l’autista che, secondo la sua percezione, attiverà o meno il segnale di allarme.

All’interno dell’app saranno poi tracciati e geolocalizzati tutti i mezzi pubblici presenti in tempo reale in città. Quando l’autista segnalerà che il suo autobus è affollato, nell’applicazione apparirà col colore rosso.

Una volta lanciato, l’allarme arriverà alla centrale operativa. Un’ottima idea per evitare anche assembramenti alle fermate.

Nel frattempo, la città di Torino continua a promuovere la mobilità come servizio pubblico. Il comune di Torino infatti, insieme alla società 5T, ha promosso la “Mato Express”.

Si tratta di una vera e propria Caccia al Tesoro che si svolgerà sabato 10 ottobre. Nell’evento si sosterrà la sharing mobility, per cambiare le abitudini di spostamento e renderle più consapevoli e sostenibili.

Gli utenti, per muoversi non saranno più obbligati ad utilizzare un unico mezzo privato, ma avranno a disposizione diverse alternative. L’evento sarà anche l’occasione per far conoscere ai torinesi l’app anti-assembramento “Muoversi a Torino”.

2358

Related Articles

2358
Back to top button
Close
Close