AnimaliArticoli HP

Cucciolo di ippopotamo al Bioparco Zoom

1238
Tempo di lettura: 2 minuti

Il lieto evento giovedì nell’habitat che riproduce l’ecosistema del lago Malawi

Cucciolo di ippopotamo, il bioparco di Cumiana ha un nuovo ospite!

Un evento molto importante per la salvaguardia della specie ormai protetta e considerata vulnerabile. Il piccolo nato giovedì alle 5.30 pesa già 50 chili ed ha subito imparato a nuotare. Per riposarsi utilizza il dorso della mamma Lisa che dopo 8 mesi di gestazione lo ha messo al mondo in acque poco profonde, proprio come in natura.

Quando lei è sott’acqua il cucciolo prende il latte restando in apnea per circa 20 secondi chiudendo narici ed orecchie. A soli pochi giorni di vita, il piccolo è già molto curioso e cerca di esplorare l’ambiente circostante.

Inaugurata nel 2014, a riproduzione dell’ecosistema del lago Malawi all’interno del parco è davvero spettacolare. La capiente vasca all’aperto è dotata di grandi vetrate che permettono di osservare gli ippopotami mentre nuotano sott’acqua in mezzo ai pesci tropicali.

Una struttura complessa che ha richiesto molto lavoro, considerata anche la pericolosità di questi erbivori. Nell’habitat vivono i genitori del piccolo ippopotamo, provenienti da 2 strutture zoologiche. Il papà si chiama Ze Maria e viene da Lisbona mentre la mamma Lisa si trovava prima in Germania.

cucciolo di ippopotamo con mamma
Cucciolo di ippopotamo al Bioparco Zoom

Cucciolo di ippopotamo, contest per trovare un nome

È ancora troppo presto per stabilire il sesso del nuovo arrivato. Per questo, non gli è ancora stato dato il nome, che verrà scelto dai visitatori di Zoom al termine di un contest ad hoc.

Con il piccolo ippopotamo sono 25 i nuovi nati al Bioparco nel 2020. Un dato che indica il benessere degli animali ospitati nella struttura. Gli ippopotami, in particolare, sono una specie considerata a rischio e una nuova  nascita rappresenta un importante traguardo.

Il loro habitat naturale nell’Africa sub-sahariana sta subendo notevoli cambiamenti. A questo si aggiunge la crudeltà dei bracconieri che danno loro la caccia per ottenere la carne e soprattutto avorio, contenuto nelle zanne. La specie è inserita nella lista degli animali protetti a livello globale dalla Cites.

Impossibile resistere alla tentazione di andare a visitare il bioparco di Cumiana per conoscere il nuovo arrivato. Una nuova vita che regala una speranza in più per tutta la specie.

Ilaria Di Pinto

1238

Related Articles

1238
Back to top button
Close
Close