Mole24 Logo Mole24
Home » Cronaca di Torino » Vendita del Torino Fc, la conferenza stampa ha lasciato più dubbi che certezze.

Vendita del Torino Fc, la conferenza stampa ha lasciato più dubbi che certezze.

Da Alessandro Maldera

Luglio 29, 2020

Nebulosa, a dir poco, la conferenza stampa tenutasi poco fa da parte della cordata interessata all’acquisto del Torino Fc.

Quello sarebbe stato finalmente il momento per girare le carte e scoprire chi fosse la cordata di imprenditori interessati ad acquistare la compagine granata si è risolta con un niente di fatto.

Richiami Prodotti Italia App

Gli advisor non hanno voluto nè fare i nomi dei possibili acquirenti, nè specificare il settore in cui operano, nè tanto meno dire quale possa essere la valutazione del Torino Fc e il valore economico che la cordata possa essere disposta a mettere sul piatto per convincere Cairo a vendere.

Il patron del Toro, anzi, non è stato ancora contattatao dalla cordata e anzi gli advisor in conferenza si aspettano che sia proprio lo stesso imprenditore di Alessandria a contattarli per discutere davanti ad un tavolo.

Insomma, quasi come se debba essere Cairo a convincerli ad acquistare.

Una conferenza stampa di cui non si capisce il motivo

Di solito, come avvenuto ultimamente per la vendita delle squadre di calcio, le conferenze si fanno per comunicare la conclusione dell’affare.

Qui, invece, è stato fatto il contrario.

Vendita del Torino Fc, la conferenza stampa ha lasciato più dubbi che certezze.

Sembrerebbe quasi che la conferenza sia stata fatta per scuotere il Popolo Granata sulla possibile vendita e fare pressione su Cairo.

In un momento storico in cui i rapporti tra la società granata e i tifosi non sono dei migliori.

Piccanti le domande dei giornalisti presenti che hanno manifestato il proprio disappunto per non sapere i nomi degli interessati e che più volte hanno sottolineato come l’incontro non fosse altro che un modo per farsi pubblicità da parte degli advisor.

Alessandro Maldera Avatar

Alessandro Maldera

Giornalista, ha collaborato per molti anni con testate giornalistiche nazional e locali. Dal 2014 è il fondatore di mole24. Inoltre è docente di corsi di comunicazione web & marketing per enti e aziende