Articoli HPTerritorio

Stupinigi vola in Europa: un piano di 50 punti per accedere ai fondi comunitari e rinnovare l’area

1271
Tempo di lettura: < 1 minuto

L’area attorno alla Palazzina di Caccia di Stupinigi alla ricerca dei finanziamenti europei per diventare fulcro del turismo internazionale

Stupinigi vola in Europa con un masterplan in 50 punti in valigia per rinnovare l’offerta turistica del territorio.

Obiettivo? Portarsi a casa 25 milioni di euro di finanziamenti comunitari per rilanciare l’area.

Il progetto è stato redatto dall’agenzia di sviluppo del territorio Lamoro, con la collaborazione della Fondazione Crt, il principale sostenitore privato del recupero e valorizzazione della Palazzina. A cui si sono accodati anche i sei Comuni del protocollo di valorizzazione di Stupinigi: Nichelino, Candiolo, Orbassano, None, Vinovo e Beinasco.

L’intenzione è quella di presentare all’Unione Europea il volto di una Stupinigi completamente rinnovata. Un restyling totale che conta una cinquantina di idee e interventi da effettuare. Tra questi:

  • il recupero e restauro delle chiese, dei granai dei poderi e delle esedre degli edifici
  • la realizzazione di una rete ciclabile che possa incrociarsi con i percorsi EuroVelo8 e Vento
  • il potenziamento del trasporto pubblico per raggiungere l’area
  • la pianificazione di percorsi museali e storico-naturalistici
  • la creazione di un vero e proprio distretto del cibo
  • la promozione della produzione agro-alimentare

Ma soprattutto una spinta verso un turismo più eco-sostenibile e inclusivo.

Stupinigi vola in Europa: un piano di 50 punti per accedere ai fondi comunitari e rinnovare l’area

Questi i punti principali che farebbero di Stupinigi la candidata ideale per accedere ai fondi comunitari di un’Unione Europea sempre più attenta alle politiche ambientali e sociali dei territori che la compongono.

A insistere sul masterplan ci sono anche la Fondazione Ordine Mauriziano, che si occupa della conservazione della Palazzina di Caccia e l’Ente Parco che gestisce l’area verde protetta. Oltre a una serie di imprenditori privati che si sono spesi per la valorizzazione del territorio.

Un lavoro di squadra che porterà Stupinigi a ri-acquistare il valore “regale” di un tempo, verso un futuro tra le mete big del turismo internazionale, grazie al sostegno dell’Europa.

Tag
1271

Related Articles

1271
Back to top button
Close
Close