Articoli HPTerritorio

Unito progetto europeo, alleanza con 5 atenei

602
Tempo di lettura: 2 minuti

Più esperienze all’estero per gli studenti torinesi

Unito progetto europeo, il cambiamento atteso entro i prossimi 5 anni.

Unita Universitas Montium è stata presentata ieri alla Cavallerizza Reale dal Rettore dell’Università degli Studi di Torino, Stefano Geuna. Si tratta di un’alleanza europea che coinvolge sei atenei coordinati proprio da Unito che ha vinto la seconda call del progetto Euopean Universities Initiative. Un risultato che vale ben 5 milioni di euro.

Il consorzio universitario così composto rientrerà tra le 41 università europee che nei prossimi 5 anni, proveranno a promuovere un nuovo modello a fronte di una serie di vantaggi. In particolare, verranno coinvolte realtà produttive ed enti locali negli ambiti delle energie rinnovabili, dell’economia circolare e del patrimonio culturale.

Gli atenei raggruppati appartengono all’area delle lingue romanze. Beira Interior in Portogallo, Zaragoza in Spagna, Timisoara in Romania, Pays de l’Adour e Savoie Mont Blanc in Francia. Questi paesi hanno molto in comune, come sottolineato dallo stesso Rettore Geuna. Dal passato nel settore manifatturiero, all’alta qualità della vita, alle radici antiche.

Torino rettorato università
Unito progetto europeo, alleanza con 5 atenei

Unito progetto europeo: un campus inter-universitario d’eccellenza

L’obiettivo del progetto è quello di costruire un campus inter-univeristario d’eccelenza e sfruttare il plurilinguismo come fattore di inclusione. L’ateneo torinese accrescerà così la sua internazionalità ed aumenteranno le esperienze all’estero per i suoi studenti.

Secondo i dati riportati dal rettore dell’Università, infatti, attualmente solo il 20% dei ragazzi intraprende esperienze all’estero durante la carriera universitaria. Si punta a superare il 50% nei prossimi 5 anni.

Previsti periodi di studio più brevi rispetto al classico Erasmus e tirocini condivisi tra gli atenei per offrire a tutti la possibilità di fare esperienza all’estero e imparare le lingue.

La collaborazione partirà con il nuovo anno scolastico, il primo ottobre. Grazie a questa iniziativa, gli studenti potranno costruire piani di studio più flessibili con pieno riconoscimento dei crediti fra i 6 diversi atenei interessati.

Si parla addirittura della futura istituzione di una laurea europea, un progetto ambizioso ma non impossibile se si considerano i passi avanti fatti in questi anni dall’ateneo torinese.

Ilaria Di Pinto

602

Related Articles

602
Back to top button
Close
Close