Articoli HPTrasporti

L’aeroporto di Caselle si prepara alla riapertura: a breve via libera anche a bar e ristoranti

2185
Tempo di lettura: 2 minuti

L’aeroporto di Caselle si prepara alla riapertura.

Lo scalo intitolato a Sandro Pertini si appresta a riaprire i battenti, dopo gli ultimi mesi trascorsi in fase di stand by.

Lo stop imposto dall’emergenza Coronavirus ha costretto tutte le compagnie a cancellare i voli di qualsiasi periodo, in modo da rendere impossibili gli spostamenti e limitare la diffusione del virus.

In questo modo, oltre al canonico traffico aereo, è calato il giro d’affari dell’indotto, dato dai turisti e da tutti coloro che alimentano questo settore.

È questo ciò che ha vissuto Caselle (come tutti gli altri aeroporti).

Una serie di condizioni che ha determinato perdite non indifferenti, che hanno già delineato un esercizio in rosso. Difficilmente, infatti, si potrà recuperare tutto il denaro andato perso in questi ultimi mesi.

Anzi, bisognerà vedere come reagirà l’aeroporto e come si riprenderà, alla luce delle nuove regole imposte dopo questi periodi di forti restrizioni.

L’aeroporto di Caselle si prepara alla riapertura: a breve via libera anche a bar e ristoranti

La situazione a Caselle e le attività interne

L’aeroporto di Caselle, dunque, si sta attrezzando per poter riabbracciare i propri utenti.

Gli spazi interni sono infatti in fase di modifica, con un insieme di operazioni già avviate per rendere mettere totalmente in sicurezza l’aeroporto, come ha avuto modo di precisare AndreaAndorno.

In un’intervista, l’amministratore delegato di Sagat ha affermato che presto sarà possibile accedere in un ambiente sicuro e rispettoso delle disposizioni nazionali e locali.

Un discorso leggermente diverso riguarda bar e ristoranti interni. Se il trasporto nazionale sarà nuovamente a regime dalla seconda metà di giugno, con gli aerei che partiranno e arriveranno allo scalo tra meno di un mese, lo stesso non si può dire dei negozi.

Per le attività di ristorazione e di somministrazione si dovrà infatti attendere almeno il mese di luglio.

Per non gravare ulteriormente su una situazione già complicata, i vertici dell’aeroporto hanno deciso di venire incontro ai gestori e ai titolari delle attività interne. Una mano per poter affrontare un periodo difficile e per non rendere deserto Caselle ancora prima di tornare alla normalità.

2185

Related Articles

2185
Back to top button
Close
Close