Articoli HPTerritorio

Una nuova speranza per Rebecca, la ragazzina del Canavese verrà finalmente curata in Germania

1383
Tempo di lettura: < 1 minuto

I medici tedeschi e svizzeri non volevano accoglierla a causa dell’emergenza Coronavirus, ma ora la ragazzina di Forno Canavese potrebbe avere le cure di cui necessita

La storia di Rebecca, la ragazzina di Forno Canavese, ve l’avevamo raccontata in questo articolo.

La 14enne, affetta dall’età di 9 anni da due patologie rare che la colpiscono a livello neurologico, è stata letteralmente bloccata dall’emergere del Coronavirus. Per la sua particolare condizione, solo due centri ospedalieri possono prenderla in cura e, purtroppo, non si trovano in Italia. Sono quello di Friburgo in Germania e quello di Berna in Svizzera. Entrambi hanno tirato su una barriera che nemmeno la politica internazionale è riuscita a scalfire.

Nelle ultime settimane le condizioni di Rebecca si sono aggravate, tant’è che faceva fatica a mangiare e a deambulare, passando la maggior parte del tempo a letto. Prima di Pasqua è stata addirittura ricoverata all’ospedale di Ciriè. Ma la mamma non si è data per vinta e ha convocato i media, i medici, gli enti locali, nazionali e persino le ambasciate. Una lunga e dolorosa battaglia dettata esclusivamente dall’amore per la figlia.

Ieri una luce di speranza: arriva l’ok del centro medico di Friburgo. Rebecca andrà in Germania. In realtà, sia l’ospedale tedesco che quello svizzero hanno dato disponibilità di prendere in cura la ragazzina di Forno Canavese.

“Una grande vittoria”, ha commentato la mamma di Rebecca, ringraziando tutti coloro – medici, giornalisti, politici – che l’hanno aiutata a superare questo periodo buio.

Tag
1383

Related Articles

1383
Back to top button
Close
Close