Articoli HPInnovazione

FCA e PSA pensano alla nuova Lancia Delta: dopo l’emergenza Coronavirus novità sul progetto

3702
Tempo di lettura: < 1 minuto

La nuova Lancia Delta nei programmi di FCA e PSA: novità dai progetti del grande gruppo dopo il Coronavirus

FCA e PSA potrebbero riproporre una versione della nuova Lancia Delta.

Dopo la diffusione del Coronavirus, il colosso del settore automotive è alla ricerca di nuovi stimoli per presentarsi in grande stile agli acquirenti con la riapertura dei mercati.

Pertanto, come riportato anche dal sito www.automoto.it, il neonato gruppo automobilistico potrebbe riproporre un modello rivisitato della mitica vettura del brand torinese. Un’auto che ha dato molto lustro a Lancia e all‘Italia intera. Con le vittorie nei campionati mondiali di rally dal 1987 al 1992 e con i record nelle vendite negli anni di commercializzazione.

Tra i numerosi render che circolano sul web sono molto gettonate le bozze che prevedono una forma molto simile alla prima versione della Delta, quella più amata. A essa vengono aggiunte migliorie dal punto di vista della carrozzeria, con modifiche in grado di mantenere la struttura dell’auto al passo coi tempi moderni.

Per la produzione non è da escludere un forte orientamento alla realizzazione della Delta prevalentemente in versione elettrica.

L’alimentazione del futuro (e, in un certo senso, del presente) sarà una delle grandi novità di questo progetto.

Gli altri programmi di FCA e PSA per Lancia

Tra i piani dei vertici aziendali del gruppo resta ovviamente il riammodernamento del listino di vendita della Lancia.

Al momento, il progetto più concreto appare essere quello del B-Suv, annunciato negli scorsi mesi come una delle iniziative più prossime alla realizzazione. Una vettura sulla quale il gruppo punta molto per ridare linfa a un brand che, negli ultimi anni, ha perso parecchio peso, vista la progressiva eliminazione di modelli. Il suo nome sarà, con molta probabilità, Lancia Musa, e avrà dimensioni medie. Supererà appena i quattro metri di lunghezza e andrà a interessare i mercati internazionali.

Si tratta di una novità necessaria, in quanto a listino è rimasta disponibile solo la Ypsilon. Quest’ultima verrà anche proposta in versioni ibride e più ecologiche. Un’altra auto che, nonostante gli ottimi risultati di vendita, necessita di restyling per mantenersi in linea con la concorrenza, visto il suo design e i risultati delle vendite in Italia (che, seppur positivi, non possono garantire tranquillità sul lungo periodo).

Tag
3702

Related Articles

3702
Back to top button
Close
Close