Mole24 Logo Mole24
Home » Cronaca di Torino » Torino, dal pane buttato nei cassonetti ai supermercati che donano alle famiglie in difficoltà

Torino, dal pane buttato nei cassonetti ai supermercati che donano alle famiglie in difficoltà

Da Giulia Licari

Aprile 02, 2020

Circolano delle foto di pane buttato nei cassonetti, ma i supermercati si rendono disponibili a donare il cibo invenduto a chi è in difficoltà. La Sindaca di Torino:”Da una criticità può nascere un’opportunità”

In questi giorni tra i social stanno circolando delle foto di cassonetti della spazzatura colmi di pane. C’è chi le associa a un supermercato del quartiere Parella a Torino, ma l’origine esatta della foto è difficile da identificare.

Richiami Prodotti Italia App

Nonostante ciò l’immagine è diventata virale e ha suscitato non poche reazioni tra gli utenti. Soprattutto in un momento come questo, in cui l’emergenza Coronavirus ha seriamente colpito molte famiglie e ha di fatto aggravato le condizioni di molti cittadini, facendo crescere il numero di poveri a Torino.

“Si trattava di cibo vecchio, non recuperabile”, ha specificato la Sindaca Chiara Appendino in un video-messaggio ai suoi concittadini.

Dalla segnalazione del pane buttato nei cassonetti a Torino è nato un progetto di solidarietà

Il supermercato incriminato ha contattato l’amministrazione e si è messo a disposizione della rete territoriale per distribuire il cibo invenduto a chi ne ha bisogno. Nelle scorse settimane, infatti, la Città di Torino ha promosso una serie di iniziative a sostegno delle famiglie in difficoltà.

Ci sono 13 snodi per la distribuzione di beni alimentari e di prima necessità gestiti da varie associazioni, Case di Quartiere, cooperative, Arcidiocesi e Sermig.

Per partecipare all’iniziativa basta mandare un’email a [email protected]

Si possono donare alimenti e beni essenziali indispensabili per chi non ha la possibilità di fare la spesa.

“Questi scarti – ha aggiunto Appendino – in questo momento possono essere una risorsa per le tante famiglie che hanno bisogno di beni primari”.

Giulia Licari Avatar

Giulia Licari

Laureata in Lingue e Culture per il Turismo, con un Master online in Comunicazione digitale, Web marketing e Social media management (SDB), attualmente sto frequentando il corso di laurea magistrale in Comunicazione, ICT e Media . Da sempre amante di Torino e appassionata di comunicazione web e Seo