Articoli HPEventi

A Torino il flash-mob per donare parrucche alle donne sottoposte a chemio

4318
Tempo di lettura: < 1 minuto

Si svolgerà nel cuore di Torino il flash-mob organizzato per raccogliere fondi per acquistare delle parrucche a tutte quelle donne sottoposte a chemioterapia.

L’iniziativa è partita da DonnaTea, associazione che si rivolge in particolare alle donne operate di tumore al seno, e dal Comitato Boschetto di Nichelino.

Venerdì 6 marzo piazza San Carlo ospiterà un evento straordinario capace di riunire un’intera comunità e far sentire meno sole le donne. Appena prima di un altro evento a favore delle donne, Just the Woman I am.

l flash-mob di Torino si chiuderà con il lancio delle parrucche, come a volersi liberare delle paure legate alla malattia. Un gesto fortemente evocativo che riassume il pensiero portato avanti dalle associazioni: “il cancro è una parola, non una sentenza“.

Con questo gesto si vogliono aiutare le centinaia di donne che si sentono sole una volta terminati i cicli di chemioterapia. O tutte coloro che non si possono permettere di comprare una parrucca – considerate che il prezzo può variare dai 600 ai 1000 euro.

In realtà, il flash-mob del 6 marzo in piazza San Carlo è solo un pezzo di un grande puzzle costruito dalle associazioni che da anni ormai offrono il proprio sostegno alle donne operate di tumore al seno.

“Abbiamo sensibilizzato diversi parrucchieri di Nichelino nel raccogliere i capelli che vengono tagliati quotidianamente, consegnandoli a noi anziché buttarli – spiega Laura Santospirito, presidente del comitato Boschetto – possono servire per creare una parrucca a chi non può averla”. Mentre l’evento del 6 marzo servirà a sensibilizzare la cittadinanza sul tema e raccogliere fondi per acquistare delle parrucche alle donne che non hanno la possibilità di comprarsele.

DonnaTea, invece, si occupa di organizzare diverse attività per le donne operate di tumore al seno. Dalle attività sportive a quelle culinarie, sono molte le occasioni per ritrovarsi e riprendere in mano la propria vita.

“Una volta concluso il ciclo si deve ricominciare a camminare da soli. E per alcune non è semplice. – racconta la presidente Silvana Gandolfo Cabella – Noi cerchiamo di fornire un appoggio mentale anche per mandare via questa paura. Perché no, anche divertendosi.”

Appuntamento venerdì 6 marzo 2020, ore 10, in piazza San Carlo a Torino per il Flash-mob.

Tag
4318

Related Articles

4318
Back to top button
Close
Close