AnimaliArticoli HP

Rivoli, un altro incendio alla colonia felina, bruciate le cucce per i gatti donate dai cittadini

7876
Tempo di lettura: < 1 minuto

È la seconda volta in una settimana che va a fuoco la Colonia felina di Rivoli, tra via Rivalta e piazza Cavallero, lungo la ciclabile che porta a Rivalta. Sono incendi dolosi, provocati a pochi giorni di distanza l’uno dall’altro da non si sa chi. Sicuramente qualcuno che prova avversione per i gatti ospitati in quel rifugio.

Il primo incendio è avvenuto nella notte tra martedì 11 e mercoledì 12 febbraio: tutte le cucce e le coperte messe a disposizione dei gatti dai volontari sono state mangiate dalle fiamme.

Nel rifugio ci sono sette gatti fissi e altri quattro vanno e vengono, come fa sapere Anna Valmen Bolognesi, referente della Colonia felina di Rivoli. Uno spazio ricavato appositamente per aiutare i piccoli randagi, gestito esclusivamente da volontari che ogni giorno fanno a turno per portare loro cibo e acqua.

A seguito del primo incendio, molti cittadini hanno mandato messaggi di solidarietà alla referente del villaggio felino, che aveva lanciato un appello tramite i social. E sono stati davvero numerosi coloro che si sono fatti avanti portando altre cucce e accessori per sostenere il rifugio.

Questo è ciò che noi referenti della colonia felina di Via Rivalta-Piazza Cavallero abbiamo trovato questa mattina….

Posted by Anna Valmen Bolognesi on Wednesday, 12 February 2020
Cucce bruciate Colonia Felina Rivoli
Rivoli, un altro incendio alla colonia felina, bruciate le cucce per i gatti donate dai cittadini

Poi, quattro giorni fa, un altro incendio ha devastato la Colonia felina di Rivoli. “Spero che le forze dell’ordine riescano a individuare i responsabili. Non si può andare avanti così”, commenta la Bolognesi. Fortunatamente nessun gatto è rimasto ferito. I mici sono riusciti a scappare prima che le fiamme li raggiungessero.

“Dobbiamo trovare una soluzione per questa colonia felina – interviene il sindaco di Rivoli, Andrea Tragaioli – sicuramente interverremo con l’installazione di sistemi di videosorveglianza”. La zona, infatti, è periferica e rischiosa. Il rifugio per i gatti andrebbe spostato in una zona più sicura e regolamentata, siccome tutti noi abbiamo a cuore il benessere degli animali.

Tag
7876

Related Articles

7876
Back to top button
Close
Close