Home Articoli HP Arrivano a Torino le auto dei vigili con le telecamere: multe per...

Arrivano a Torino le auto dei vigili con le telecamere: multe per qualsiasi infrazione

Tempo di lettura: < 1 minuto

Arrivano a Torino le auto dei vigili con le telecamere: con le loro riprese fanno multe per qualsiasi infrazione

Arrivano a Torino le auto dei vigili con le telecamere.

Si tratta dell’ultima novità studiata dall’amministrazione comunale per scovare gli automobilisti che circolano con un mezzo che, per un motivo o per un altro, non rispetta la legge.


Gli agenti della Polizia Municipale di Torino possono ora contare su questi occhi elettronici. Al momento, questa tecnologia è stata adottata da un solo esemplare di Alfa Romeo Giulietta dei Civich, ma presto gli apparecchi saranno installati su numerose vetture in dotazione. L’auto in questione ha le stesse caratteristiche delle altre a livello estetico, ma si contraddistingue per le sue strisce bianche laterali, che ne segnalano la presenza a bordo delle telecamere.


Nello specifico, questi rilevatori dovranno incrociare le targhe con banche dati e altri sistemi per risalire a irregolarità con maggiore rapidità. In questo modo sarà più semplice individuare le auto (e gli altri tipi di veicoli) che girano in città senza averne titolo. Una mossa che ha lo scopo di far rispettare le norme e di risalire ai mezzi che vengono quotidianamente rubati (e difficilmente ritrovati).


La loro funzione, però, non finisce qui. Infatti, le riprese sono in grado di far sanzionare anche coloro che circolano senza cintura o utilizzando il cellulare. Possono inoltre segnalare coloro che passano col semaforo rosso. Insomma, le sei telecamere montate a bordo dell’auto non si fanno sfuggire nulla ed erogano multe salate in grande quantità.


Costi di questi sistemi e tempistiche di impiego


I nuovi dispositivi saranno a disposizione di altre auto già dalle prossime settimane. L’esperimento di partenza prevede l’installazione dei rilevatori su due vetture, il cui costo per le casse pubbliche sarà di 48mila euro.


Si procederà con le sperimentazioni per testarne l’effettiva efficienza, per poi estendere ulteriormente il raggio d’azione degli occhi elettronici con le dotazioni ad altre vetture dei Vigili. Basti pensare che il primo tentativo ha prodotto un numero elevatissimo di sanzioni, pari a cinque infrazioni al minuto.


Un’altra novità per la legalità sta per fare il suo esordio in città, che ha già visto l’arrivo dei Vista Red, con le multe a migliaia di automobilisti che continuano a passare col semaforo rosso agli incroci interessati.


(Foto tratta da www.LaPresse.it)