Articoli HPTerritorio

Arriva a Torino Microlino, la mini car elettrica a forma di “bubble car”: sarà l’erede della storica Bmw Isetta

14996
Tempo di lettura: 2 minuti
Arriva a Torino Microlino, la mini car elettrica a forma di “bubble car”: si chiamerà Microlino e sarà l’erede della storica Bmw Isetta in versione elettrica
Sta per arrivare a Torino Microlino, la mini car elettrica a forma di “bubble car”.
Dal 2021, infatti, verrà avviata la produzione della Microlino, l’erede della storica Bmw Isetta in versione elettrica.
Si tratta di piccola “bubble car” a forma di uovo che segnerà lo sviluppo dell’industria torinese della e-mobility.
Arriva a Torino la mini car elettrica: sarà l'erede della storica Bmw Isetta
Arriva a Torino la mini car elettrica: sarà l’erede della storica Bmw Isetta
Nel dettaglio, la Microlino sarà una due posti lunga poco più di due metri, del peso di soli 430 chili e capace di raggiungere i 90 chilometri all’ora come velocità massima.
Ci saranno due versioni di questa piccola autovettura. Una più economica, con batteria da 8 Kwh e 135 chilometri di autonomia, il cui costo si aggirerà intorno ai 12mila euro. L’altra, invece, costerà 17mila euro, avrà una batteria da 14,4 Kwh e un’autonomia di 200 chilometri.
Per entrambe le versioni il tempo di ricarica sarà di 4 ore.

La produzione alle porte di Torino

A costruire la Microlino sarà la Cecomp, azienda hi-tech di La Loggia, fondata nel 1978 da Giovanni Forneris, e che oggi conta ben 450 dipendenti.
Negli ultimi anni la Cecomp ha realizzato le scocche per BlueCar, le auto elettriche in sharing del servizio BlueTorino.
Alcuni mesi fa è stato annunciato lo stop della produzione della city car elettrica in sharing nata nel 2007 dalla partnership tra i francesi di Bolloré e Pininfarina, nello stabilimento di Bairo Canavese.
Infatti, i due gruppi ha deciso di chiudere il contratto di collaborazione tre anni prima della scadenza, che era stata fissata nel 2022.
Ora, però, la Cecomp è stata scelta come partner di produzione dalla Micro Mobility System, la società svizzera leader nel mercato dei monopattini, nonché ideatrice del progetto Microlino.
Per i fratelli Forneris, alla guida della Cecomp, il progetto Microlino può sostituire un ottimo sostituito di BlueCar.
L’obiettivo degli svizzeri è arrivare, in un paio di anni, a commercializzare oltre 10mila vetture.
Nelle prossime settimane i vertici delle due società si incontreranno per discutere su dove avviare la produzione, anche perché per la società svizzera puntare sulla filiera industriale torinese significa aprirsi verso nuove frontiere commerciali nel mercato della micro-mobilità urbana.
Dunque, alle porta di Torino potrebbe essere avviata la produzione della nuova mini car Microlino.

Tag
14996

Related Articles

14996
Back to top button
Close
Close