Home Articoli HP Gino Sorbillo apre a Torino: la famosa pizzeria napoletana sbarca in città

Gino Sorbillo apre a Torino: la famosa pizzeria napoletana sbarca in città

Gino Sorbillo apre a Torino: la famosa pizzeria napoletana sbarca in città
Tempo di lettura: < 1 minuto

Gino Sorbillo apre a Torino: dopo Napoli, Milano, Roma e New York, la famosa pizzeria napoletana sbarca sotto la Mole

Gino Sorbillo apre a Torino.
Sarà una delle aperture più attese del 2020 quella del famoso pizzaiolo napoletano che nel giorno di Capodanno ha annunciato sui suoi canali social ufficiali l’apertura della sua prima pizzeria nel capoluogo piemontese.
Dopo le storiche e famosissime pizzerie di Napoli, e dopo le fortunate aperture a MilanoRoma e New YorkSorbillo punta sulla città sabauda che fa parte delle tante nuove aperture di Sorbillo in Italia.
La data di apertura ufficiale della pizzeria non è ancora nota, ma la location sarà in via Bruno Buozzi all’angolo con via XX Settembre.

La storia di Gino Sorbillo

Così, il panorama gastronomico piemontese si appresta ad accogliere Gino Sorbillo, erede di una delle famiglie di pizzaioli più antiche della città partenopea.
Gino Sorbillo apre a Torino: la famosa pizzeria napoletana sbarca in città
Gino Sorbillo apre a Torino: la famosa pizzeria napoletana sbarca in città
Infatti, nel 1935, i suoi nonni, Luigi Sorbillo e Carolina Esposito, aprirono la loro prima pizzeria nel centro storico del capoluogo campano, su via dei Tribunali, definita da molti come la “Via della Pizza Napoletana”.
La caratteristica principale delle pizze targate Sorbillo è l’utilizzo di materie prime stagionali campane, farine di agricoltura biologica, verdure, ortaggi e aromi.
Come nelle altre pizzerie di Sorbillo tra le pizze proposte in menù ci saranno i grandi classici come l’Antica Margherita, con fiordilatte misto con latte di bufala, la Marinara con origano selvatico del Matese, la Cetara con pomodorino del Piennolo del Vesuvio, e la Margherita Gialla con pomodorino giallo del VesuvioProvola misto latte di bufala e Conciato Romano, il formaggio più antico d’Italia.
Dunque, il panorama gastronomico piemontese si appresta ad accogliere un altro grande nome della pizza napoletana.