Articoli HPTerritorio

La riapertura del Castello di Moncalieri avverrà nel 2020: accordo definito per il rilancio

490
Tempo di lettura: 2 minuti

La riapertura del Castello di Moncalieri avverrà nel 2020: grande attesa per l’evento

La riapertura del Castello di Moncalieri avverrà nel 2020.
Dopo le numerose controversie degli ultimi tempi, il gioiello si appresta a rinascere grazie all’accordo raggiunto tra i soggetti interessati dalla vicenda.
Entro la fine di questo mese, infatti, verrà firmato il protocollo da tutti i partecipanti, vale a dire il Comune di Moncalieri, il Polo Museale, il Consorzio delle Residenze Reali Sabaude e l’Arma dei carabinieri.
La riapertura del Castello di Moncalieri avverrà nel 2020: accordo definito per il rilancio
La riapertura del Castello di Moncalieri avverrà nel 2020: accordo definito per il rilancio
La riapertura sarà poi ufficiale nei primi mesi dell’anno, anche se il sindaco interne fornire tempistiche certe nei prossimi giorni.

Risvolti della vicenda

La riapertura del Castello di Moncalieri è una grande soddisfazione non solo per l’amministrazione comunale, ma per tutta la cittadinanza e per gli appassionati di arte e storia. Rappresenta la rinascita della struttura, distrutta dall’incendio del 2008. Un danno che sembrava quasi irreparabile e che invece è stato risolto, per quello che dal 1997 è un Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.
I precedenti lavori per la ristrutturazione erano stati finanziati dalla Compagnia di San Paolo. L’esborso economico fu all’epoca di 4 milioni di euro, necessari per rimettere a nuovo le parti danneggiate.
Inoltre, il denaro fu riutilizzato per restaurare e riaprire al pubblico gli appartamenti di Vittorio Emanuele II, di Maria Clotilde e di Maria Letizia.
Proprio queste aree saranno riaperte all’inizio del prossimo anno, per la gioia di chi aspira a frequentarlo.

Le controversie della riapertura del Castello di Moncalieri

A un anno dalla sua riapertura, il Castello di Moncalieri aveva chiuso di nuovo.
Una situazione dai contorni molto poco chiari, che aveva determinato la necessità di far chiudere i battenti anzitempo a questo tesoro.
Il Castello, che era stato ufficialmente riaperto all’inizio del mese di novembre del 2017, alla fine del 2018 si era ritrovato a fare i conti con grosse difficoltà derivanti dalla carenza di personale. I pochi lavoratori, distribuiti tra accoglienza e sorveglianza, erano in netta inferiorità rispetto al numero minimo per offrire un servizio adeguato.
Pertanto, il Polo Museale, ente collegato al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali ne aveva disposto la momentanea chiusura. Addirittura, in un breve periodo transitorio, per non consegnare all’abbandono il Castello, erano stati impiegati i Carabinieri per sorvegliare l’area e a far accedere le scolaresche all’interno del complesso.
Una triste pagina della storia del castello, che si spera non debba più ripetersi. Moncalieri si appresta dunque a riabbracciare uno dei suoi gioielli più importanti. Un punto di riferimento su cui la città può lavorare per sviluppare un’attrazione turistica di prestigio nazionale e internazionale. Questo perché il patrimonio custodito al suo interno può attirare migliaia di turisti da tutta Italia e da tutta Europa, come dimostrato in occasione della precedente riapertura. Numeri da capogiro, con migliaia di visitatori nei giorni in cui gli ambienti interni sono stati resi disponibili.

Tag
490

Related Articles

490
Back to top button
Close
Close