Articoli HPSanità

Scoperta una molecola che blocca le cellule tumorali del cancro al polmone: l’Università di Torino guida le ricerche

3275
Tempo di lettura: < 1 minuto

Scoperta una molecola che blocca le cellule tumorali del cancro al polmone: l’Università di Torino guida le ricerche in Italia

È stata scoperta una molecola che blocca le cellule tumorali del cancro al polmone.

Si tratta di una novità rivoluzionaria in campo sanitario. I ricercatori Amgen hanno realizzato una molecola in grado di inserirsi in una fessura di una proteina. Uno spazio mai individuato e sfruttato finora, che viene utilizzato come leva per bloccare le cellule e il loro sviluppo (anche nei casi dei pazienti sui quali le cure non funzionano).

Scoperta una molecola che blocca le cellule tumorali del cancro al polmone: l'Università di Torino guida le ricerche
Scoperta una molecola che blocca le cellule tumorali del cancro al polmone: l’Università di Torino guida le ricerche

La molecola prende il nome di AMG510, in quanto è stata scoperta dai ricercatori Amgen, con l’ausilio di un angolo nascosto della proteina KRASG12C. Questa novità potrebbe essere estensibile anche ad altre patologie, poiché la molecola può rivelarsi utile anche per contrastare i tumori al polmone e altri tumori solidi.

Dettagli della ricerca

 

La molecola è stata approvata negli Stati Uniti. Ora si passerà alla fase successiva, con la sperimentazione in Europa e in Italia.

Nel corso del prossimo anno si procederà nel nostro Paese con 15 dei 300 centri europei impegnati. A guidare la rete di ricerca sarà proprio l‘Università di Torino.Un incarico di grande prestigio, se si pensa alla portata di questa grande scoperta.

Nonostante queste grandi novità, però, in Italia le diagnosi avvengono con tempistiche ritardate e i test molecolari non sono sempre rimborsati.

Basti pensare che, nel nostro Paese, vengono segnalati ogni anno oltre 42mila nuovi casi di tumore al polmone. La maggior parte di queste, circa 35mila, si presentano come tumore al polmone non a piccole cellule. Mediamente, in 3mila casi la patologia viene generata dalla mutazione specifica KRASG12C.

Pertanto, le ricerche hanno l’intenzione di trattare e curare il tumore al polmone non a piccole cellule con mutazione specifica KRAS entro un paio d’anni.

Tag
3275

Related Articles

3275
Back to top button
Close
Close