Home Articoli HP Lo Stadio Filadelfia di Torino rimane incompleto: servono i soldi per finire...

Lo Stadio Filadelfia di Torino rimane incompleto: servono i soldi per finire il progetto

Stadio Filadelfia Torino
Lo Stadio Filadelfia di Torino rimane incompleto: servono i soldi per finire il progetto
Tempo di lettura: 2 minuti

Lo Stadio Filadelfia di Torino rimane incompleto: servono i soldi per finire il progetto di riqualifica

Dopo quasi mille giorni dalla riapertura dello Stadio Filadelfia di Torino, inaugurato il 25 maggio 2017, i lavori non sono ancora terminati. Mancano ancora 5 milioni per completare l’opera, ma nessuno li stanzia.

L’idea, che aveva fatto sperare i tifosi, era che il nuovo stadio appena riaperto fosse il primo passo per la ripresa del progetto di rinascita del Filadelfia e della zona circostante. Ma non potevano essere più lontani dalla realtà. Infatti, dopo due anni dall’inaugurazione i lavori sono fermi allo stesso punto, come se non fosse passato neanche un giorno.
Il progetto è in stallo al 33%, mancano ancora all’appello:

  • il secondo lotto che comprende il restauro delle curve
  • la foresteria dedicata agli ospiti
  • le sedi del Torino Fc e della Fondazione Stadio Filadelfia
  • la sala stampa
  • gli spogliatoi
  • il Museo del Toro che fa parte del terzo lotto

Gli allenamenti della squadra già da un po’ di tempo sono a porte chiuse. E come se non bastasse il consiglio della Fondazione Stadio Filadelfia, che si occupa della ricostruzione e successiva gestione dell’impianto, non si riunisce da sei mesi. Nemmeno le istituzioni hanno notizie. Anche se l’assessore allo Sport del Comune di Torino fa sapere che spera in una veloce ripresa dei lavori. Dopotutto si tratta di un monumento, non solo di Torino, ma di tutto lo sport italiano. Lo stesso consiglio comunale è in agitazione, tanto che Marco Chessa, consigliere del Movimento 5 Stelle ha convocato i vertici dopo la sospensione per le vacanze di Natale.

La Fondazione Stadio Filadelfia, per la concessione della struttura dovrebbe incassare dal Torino Fc un totale di 4 milioni di euro di affitto. Soldi che dovrebbero permettere di procedere con i lavori, in particolare quelli per il museo. Della parte mancante dovrebbe invece occuparsi la stessa squadra del Toro.

Per provare a smuovere la situazione, nei mesi scorsi, la società ha provato a chiedere un finanziamento al Credito Sportivo, ma anche qui la situazione si è congelata.

Un’era glaciale che risale persino agli anni ’60, quando la squadra del Torino si trasferì definitivamente al Comunale, lasciando la struttura in stato di abbandono. Tutti i tentativi di risanamento furono vani.

Come sarà il nuovo Museo del Torino allo Stadio Filadelfia

Il nuovo Museo del Torino prenderà il posto di quello attuale situato a Grugliasco. Saranno 1800 metri quadrati di pura emozione granata. Di cui 1200 dedicati all’esposizione di coppe, cimeli e oggetti-simbolo, insieme a foto storiche e video. 600 metri quadri costituiranno l’“area expert” dove consultare gli archivi. Si potrà sentire il profumo dell’erba, toccarla con mano e provare l’emozione di entrare negli spogliatoi.

Il progetto dell’architetto Marco Bo è già pronto, servono giusto quei 5 milioni per far partire i lavori.