Home Territorio Festa di San Giovanni 2020, a Torino tornano i fuochi d’artificio: inversione...

Festa di San Giovanni 2020, a Torino tornano i fuochi d’artificio: inversione di rotta in città

Festa di San Giovanni 2020, a Torino tornano i fuochi d'artificio: inversione di rotta in città
Festa di San Giovanni 2020, a Torino tornano i fuochi d'artificio: inversione di rotta in città
Tempo di lettura: 1 minuto

Festa di San Giovanni 2020, a Torino tornano i fuochi d’artificio: inversione di rotta in città per celebrare il Santo Patrono

In vista della Festa di San Giovanni 2020 ci si prepara al ritorno dei fuochi d’artificio.
La decisione arriva direttamente dal Comune di Torino, che ha deciso di virare sulla reintroduzione dei tradizionali spettacoli con i fuochi.
Festa di San Giovanni 2020, a Torino tornano i fuochi d'artificio: inversione di rotta in città
Festa di San Giovanni 2020, a Torino tornano i fuochi d’artificio: inversione di rotta in città
Si tratterà di botti a impatto limitato, sia a livello di inquinamento ambientale, sia dal punto di vista acustico. In questo modo si riuscirà a tenere sotto controllo la situazione per coloro che possiedono animali, che potrebbero spaventarsi.
L’introduzione dei “fuochi soft” si andrà ad affiancare ai droni, che comunque resteranno presenti negli spettacoli dedicati alle celebrazioni del Santo Patrono della città.

I motivi della scelta per la Festa di San Giovanni 2020

La Festa di San Giovanni 2020 può dunque rappresentare una sorta di ritorno al passato.
La presenza dei fuochi accontenterà i tanti torinesi nostalgici della tradizione, che avevano visto, negli ultimi due anni, svanire quello che era un classico dei festeggiamenti.
Il primo anno che ha visto protagonisti i droni, il 2018, ha portato in dote un esperimento vincente, oltre che una serie di investitori e imprese interessati a mettersi in gioco in un settore in costante crescita.
Quest’anno, invece, i droni si sono rivelati una delusione, con le coreografie partite in netto ritardo e durate una manciata di minuti. Motivo per cui i presenti hanno dispensato fischi prima e durante lo spettacolo.
Insomma, i droni avranno ancora un ruolo centrale, in quanto il giro d’affari a essi legato ha raggiunto proporzioni non indifferenti. Nonostante ciò, per rendere l’esperienza più godibile, i torinesi potranno tornare ad ammirare i tanto amati fuochi.
Correlato:  Minimarket stranieri, a Torino il centro si popola di negozi etnici: ne sono stati aperti tre vicino al Duomo e via Po