Storia

La Panda di Giovanni Agnelli finisce all’asta da Bolaffi

4472
Tempo di lettura: 2 minuti

La Panda di Gianni Agnelli finisce all’asta: una versione trekking 4×4 che ha segnato la storia

La vettura, che ha oltre 25 anni di vita, è una 4×4 trekking del 1993, di colore grigio.

Una vera e propria perla, alla quale l’Avvocato è sempre stato molto affezionato.

Si parla della macchina che Gianni Agnelli utilizzava per andare a Saint Moritz, almeno fino al 2001, tanto amata anche per la sua motorizzazione 1.1 Fire da 54 cv.

Gianni Agnelli
La Panda di Gianni Agnelli finisce all’asta da Bolaffi

Un gioiello che ha fatto storia, vista la sua fama.

Una rarità che ha raccolto l’affetto dei familiari, come Lapo Elkann.

Il nipote di Agnelli, infatti, aveva provveduto al suo restauro, grazie a Garage Italia.

Qui la Panda ha subito delle operazioni, come l’introduzione degli interni in tela blu, che hanno trasformato interamente il look dell’abitacolo.

Al contrario, all’esterno l’auto è rimasta praticamente invariata.

Gianni Agnelli in montagna davanti alla propria Panda 4x4

L’asta per la Panda di Gianni Agnelli

L’asta arriva a circa un anno di distanza dal ritorno della Panda in famiglia.

Un ritorno non definitivo, in quanto il proprietario continua a essere un torinese appassionato di automobilismo.

Nel corso del tempo, infatti, l’auto è stata soggetta a diversi passaggi di proprietà.

Adesso, coloro che si riusciranno ad aggiudicare questo gioiello potranno vedere il nome di Gianni Agnelli come primo proprietario sul libretto di circolazione.

L’auto sarà venduta dalla casa d’aste Bolaffi insieme ad altre supercar.

Sarà battuta nel Garage Bolaffi di corso Verona 36, durante la giornata di venerdì 15 novembre 2019.

Porte aperte per potenziali acquirenti, appassionati e curiosi.

Tag
4472

Related Articles

4472
Back to top button
Close
Close