Home Articoli HP FCA, Fiat 500 e Fiat Panda rischiano di uscire di produzione dopo...

FCA, Fiat 500 e Fiat Panda rischiano di uscire di produzione dopo l’accordo con PSA

FCA, Fiat 500 e Fiat Panda rischiano di uscire di produzione dopo l'accordo con PSA
FCA, Fiat 500 e Fiat Panda rischiano di uscire di produzione dopo l'accordo con PSA
Tempo di lettura: 1 minuto

FCA punta su elettrico e segmento b, con la fusione con PSA, Fiat 500 e Fiat Panda rischiano di uscire di produzione

Fiat 500 e Fiat Panda rischiano, nel breve termine, di essere archiviate.
FCA sta infatti pensando di attuare una politica del tutto rivoluzionaria per rimettersi in carreggiata con le vendite. Le nuove iniziative, però, potrebbero andare a colpire ciò che attualmente funziona di più: il segmento A.
FCA, Fiat 500 e Fiat Panda rischiano di uscire di produzione dopo l'accordo con PSA
FCA, Fiat 500 e Fiat Panda rischiano di uscire di produzione dopo l’accordo con PSA
In questo settore, FCA è riuscita a ritagliarsi un ruolo da leader in tutta Europa. Il merito è stato proprio di queste due vetture iconiche, che negli anni hanno trainato Fiat e il gruppo intero.
Ora, però, i cambiamenti del mercato degli ultimi periodi hanno determinato la necessità di virare su nuove strategie.

Le nuove manovre di FCA dopo gli addii a Fiat 500 e Fiat Panda

Analizzando le ultime dichiarazioni di Mike Manley e gli ultimi dati sulle vendite, il mercato, occorre concentrarsi su un settore più redditizio come il segmento B e i suv.
Proprio sui suv, il gruppo sposterà le produzioni di Alfa Romeo, della quale saranno archiviate la Giulietta e altri progetti di berline. Si tratta di una fetta di mercato sempre più in espansione, occorre sfruttarne ora le potenzialità.
Un altro discorso è quello della conversione alla produzione elettrica. Una linea già definita con le ultime mosse, come la produzione della 500e a Mirafiori e delle versioni ibride di altri modelli. Senza contare la Centoventi, per ora presentata solo come concept. Il tutto, però, sarà facilitato dall’arrivo di PSA, che fornirà le basi con i modelli di Peugeot.
Insomma, la fusione con il gruppo francese potrebbe presto causare il definitivo addio a due pezzi storici di casa Fiat. Due addii dolorosi e non auspicati da molti affezionati e aspiranti acquirenti.
(Foto tratta da Automobilismo)
Correlato:  Crescita a due cifre ad aprile per Caselle, Blue Air traina i guadagni