Home Articoli HP FCA a Torino produrrà 80mila 500e all’anno: incremento della produzione a Mirafiori

FCA a Torino produrrà 80mila 500e all’anno: incremento della produzione a Mirafiori

FCA a Torino produrrà 80mila 500e all'anno: incremento della produzione a Mirafiori
FCA a Torino produrrà 80mila 500e all'anno: incremento della produzione a Mirafiori
Tempo di lettura: 1 minuto

FCA a Torino produrrà tantissime vetture a partire dall’anno prossimo: 80mila 500e usciranno da Mirafiori ogni anno

FCA a Torino si appresta a rafforzare la sua presenza in maniera concreta.
Da mesi ormai si parla dell’avvio della produzione della 500e, la nuova vettura che presto si prenderà la scena nel panorama torinese.
Un’auto innovativa, che FCA ha avuto modo di testare fuori dai confini nazionali con successo negli Stati Uniti. In California, già dal 2013, la 500 con motorizzazione elettrica ha riscosso ottimi risultati.
FCA a Torino produrrà 80mila 500e all'anno: incremento della produzione a Mirafiori
FCA a Torino produrrà 80mila 500e all’anno: incremento della produzione a Mirafiori
Da circa un anno si parla invece dell’arrivo in Europa del veicolo e della sua realizzazione all’ombra della Mole. Sarà lo stabilimento di Mirafiori a ospitare questa innovazione industriale, con una produzione molto importante.
Si prevede un grande successo di vendite, per la versatilità, la bellezza estetica e la nuova veste di veicolo ecologico. Un insieme di fattori che potrebbe spingere i dati delle immatricolazioni verso i risultati sperati, visto l’andamento non proprio confortante degli ultimi mesi.

Il futuro di Mirafiori e le indecisioni del passato

Dallo storico sito produttivo di Torino Sud usciranno ben 80mila vetture all’anno. Un numero piuttosto soddisfacente, che va oltre alle premesse negative che si erano fatte avanti negli scorsi mesi. In precedenza, infatti, i vertici del gruppo avevano riferito delle loro perplessità sulla mancanza di una adeguata rete di fornitori abilitati per una produzione di larga scala.
In questo modo, gli stabilimenti di Torino tornano a rifiatare e vedono allontanarsi i timori per possibili riduzioni dei volumi di produzione. Una eventualità che si era palesata dopo le ultime news provenienti da Termoli, che avevano fatto scattare più di un allarme.
Correlato:  Torino,domani i musei saranno aperti gratis per la prima domenica del mese