Home Articoli HP A Torino arrivano i tram del futuro: progettati da Hitachi Rail, saranno...

A Torino arrivano i tram del futuro: progettati da Hitachi Rail, saranno gialli e blu

A Torino arrivano i tram del futuro: progettati da Hitachi Rail, saranno gialli e blu
A Torino arrivano i tram del futuro: progettati da Hitachi Rail, saranno gialli e blu
Tempo di lettura: 2 minuti

A Torino arrivano i tram del futuro: accordo tra Gtt e Hitachi Rail, la società giapponese realizzerà i mezzi, che saranno gialli e blu e circoleranno dal 2021

Torino arrivano i tram del futuro.
Il capoluogo piemontese si prepara a una nuova, grande novità nel settore dei trasporti pubblici. In città, infatti, da tempo si sta studiando il modo di rinnovare la flotta dei veicoli su rotaia. Ora sembra giunto il momento di passare alla concretezza.
A Torino arrivano i tram del futuro: progettati da Hitachi Rail, saranno gialli e blu
A Torino arrivano i tram del futuro: progettati da Hitachi Rail, saranno gialli e blu
Dopo l’apertura della gara per la fornitura di 30 nuovi mezzi, Gruppo Torinese Trasporti ha effettuato una accurata analisi delle offerte pervenute dalle cinque società partecipanti. Si tratta di veri colossi del mercato, che hanno preso parte alla selezione.
Tra le proposte, quella che ha convinto Gtt è stata quella di Hitachi Rail, la società nota per essere erede dello storico marchio AnsaldoBreda. La divisione europea del gruppo giapponese si è aggiudicata questo importante incarico, che onorerà con veicoli dalle particolarità già rese note.

Caratteristiche dei nuovi tram

Hitachi Rail dovrà creare tram di colore giallo e blu. Una scelta che richiama ovviamente i colori della città di Torino e che si rifà a quanto è stato già stabilito per i nuovi pullman. I nuovi autobus in circolazione, infatti, si distinguono per la loro livrea gialloblu, in distacco quasi totale con i precedenti modelli.
Per quanto riguarda le caratteristiche interne, queste saranno affidate a Giugiaro Architettura. I tram potranno disporre, oltre che della necessaria aria condizionata, anche due postazioni destinate all’uso per i disabili.
Altra importante modifica rispetto agli attuali tram riguarderà il pianale, che sarà ribassato notevolmente. Tutte queste innovazioni saranno però disponibili solo tra un anno e mezzo.
L’amministrazione comunale e il Governo fanno sapere che saranno tagliati i tempi di introduzione dei mezzi nelle strade torinesi. Invece di 24 mesi, occorrerà aspettarne 18. Pertanto, i nuovi veicoli saranno fruibili a partire dalla primavera del 2021.
L’obiettivo, nei prossimi mesi, sarà quello di ottenere da Roma i fondi per ampliare il numero dei nuovi tram in città. Dai 30 di partenza si punta ad ottenere altre 40 unità, che Gtt e la Città Metropolitana di Torino stanno richiedendo al Ministero dei Trasporti per far sì che l’efficienza del trasporto pubblico locale aumenti sensibilmente.
Correlato:  Friciulin di patate: le croccanti frittelle di patate made in Piemonte