Home Arte Arriva “Vivian Maier – In her own hands”, la mostra di Vivian...

Arriva “Vivian Maier – In her own hands”, la mostra di Vivian Maier a Torino

Arriva
Arriva "Vivian Maier - In her own hands", la mostra di Vivian Maier a Torino
Tempo di lettura: 2 minuti

In arrivo “Vivian Maier – In her own hands”, la mostra di Vivian Maier a Torino

Il prossimo 12 ottobre inaugurerà “Vivian Maier – In her own hands”, la mostra di Vivian Maier a Torino.
Arriva "Vivian Maier - In her own hands", la mostra di Vivian Maier a Torino
Arriva “Vivian Maier – In her own hands”, la mostra di Vivian Maier a Torino
L’esposizione con gli scatti inediti della fotografa americana rappresenta uno degli appuntamenti dell’arte più importanti del prossimo autunno torinese.
Il percorso espositivo, organizzato da Next Exhibition, ripercorre la vita quotidiana di Vivian Maier, una tata americana con una grande passione per la fotografia.
Gli scatti dell’artista raccontano la vita quotidiana di New York osservata dalla prospettiva eccentrica ed inusuale della fotografa che era solita non mostrare a nessuno i suoi scatti segreti.
Un talento, quello di Vivian Maier,  scoperto in tempi relativamente recenti.
Infatti, le fotografie sono state scoperte solo dopo la sua morte.
In mostra ci saranno circa 100 scatti inediti che faranno capire ai visitatori il particolare stile della fotografa statunitense.
L’esposizione sarà ospitata all’interno della Palazzina di Caccia di Stupinigi fino al 12 gennaio 2020.
La mostra presenterà anche un’area didattica dove i visitatori avranno la possibilità di approfondire diversi aspetti relativi all’arte della fotografia, dalla composizione dell’immagine alla componente artistica dell’atto fotografico creativo.
Inoltre, ci sarà spazio anche per approfondimenti tematici didattici, curati da un team di esperti che aiuteranno a comprendere il mondo della fotografia e quello di Vivian Maier.

La storia di Vivian Maier

L’eredità fotografica di Vivian Maier, esponente di spicco della street photography, è stata scoperta solo nel 2007 grazie a John Maloof, un giovane ragazzo americano figlio di un rigattiere.
Il giovane, mentre era alla ricerca di materiale per una ricerca sulla città di Chicago, comprò all’asta una scatola colma di oggetti di diverso tipo.
Tra questi vi erano tantissimi rullini e negativi da sviluppare che appartenevano proprio a Vivian Maier.
Così Maloof iniziò a pubblicare alcune immagini su Flickr che ebbero un discreto successo e interesse da parte del pubblico.
Ciò spinse il giovane a scoprire la storia dell’autrice di quegli scatti.
In questo modo si riuscì a risalire a Vivian Maier, bambinaia che aveva lavorato in diverse città tra cui New YorkLos Angeles e Chicago, con una grande passione per la fotografia.
Insomma, la sua opera di “street photos” ante litteram l’ha fatta diventare, a tutti gli effetti, una delle pioniere di questo genere fotografico.

Tariffe e biglietti

La mostra sarà visitabile dal 12 ottobre 2019 al 12 gennaio 2020 presso la Palazzina di Caccia di Stupinigi, dal martedì al venerdì dalle ore 10.00 alle 17.00, mentre il sabato, la domenica è I festivi l’orario di apertura andrà dalle ore 10. 00 alle 18.00. Il lunedì sarà, invece, I il giorno di chiusura al pubblico.
Per quanto riguarda le tariffe, il costo del biglietto intero è di 12 euro.
Il biglietto ridotto, riservato ai bambini e ai ragazzi dai 6 ai 14 anni, agli over 65, ai disabili e ai partner, avrà un costo di 10 euro.
I bambini fino ai 6 anni di età avranno diritto all’accesso gratuito.
Per acquistare i biglietti è possibile consultare il sito www.ticketone.it.
Dunque, dopo la grande mostra di Monet, la Palazzina di Caccia di Stupinigi si prepara ad accogliere una nuova grande esposizione.
(Foto tratta da Artribune e Circolo dei Lettori)
Correlato:  Turismo, il tratto del Po navigabile potrebbe essere utilizzato per attività turistiche: circoli preoccupati