Home Articoli HP Torino, si è spenta Giovanna Borbonese, figlia dello stilista che lanciò le...

Torino, si è spenta Giovanna Borbonese, figlia dello stilista che lanciò le iconiche borse

SHARE
Torino, si è spenta Giovanna Borbonese, figlia dello stilista che lancio le iconiche borse
Torino, si è spenta Giovanna Borbonese, figlia dello stilista che lancio le iconiche borse
Tempo di lettura: 1 minuto

Si è spenta a Torino, Giovanna Borbonese, erede dello stilista torinese Borbonese che lanciò il famoso marchio di borse in occhio di pernice

Dopo una breve malattia, si è spenta a Torino, all’età di 56 anni, Giovanna Borbonese
Giovanna, figlia dello stilista torinese Umberto Borbonese che negli anni Cinquanta lanciò il famoso marchio con le iconiche borse di pernice. 
Torino, si è spenta Giovanna Borbonese, figlia dello stilista che lancio le iconiche borse
Torino, si è spenta Giovanna Borbonese, figlia dello stilista che lancio le iconiche borse
 
Laureata in architettura, la donna aveva iniziato a lavorare da ragazza nell’azienda del padre, da cui aveva ereditato il grande estro creativo e il gusto per il bello.
 
In tutti questi anni ha sempre gestito il più famoso negozio del marchio, sito nel centro di di Torino, in via Amendola
Lo showroom è stato sempre amato e frequentato dalle signore della “Torino bene”.
Negli ultimi tempi, la sua attività si era concentrata sulla boutique Nanette alla Crocetta. 
Qui, ha portato avanti la sua ricerca di novità creative esclusive occupandosi di arredamento e disegnando anche una linea di cornici preziose e oggetti per la casa. 
 
I funerali della donna si svolgeranno mercoledì 14 agosto alle ore 9.30 partendo dall’Ospedale San Vito di Strada Revigliasco 34.
 
Dopodiché, si proseguirà per il cimitero monumentale di Torino dove l’arrivo è previsto per le ore 10.35.
 
La scomparsa di Giovanna Borbonese lascia un grande vuoto nel mondo della moda e del commercio di Torino che ne piange la perdita.
(Foto tratta da ANSA.it e da SkyTg24.it)


Commenti

Correlato:  Museo Cavour, la Fondazione acquista i diari appena scoperti