Home Articoli HP Ospedale Regina Margherita, salvata bimba che aveva ingerito uno spillo

Ospedale Regina Margherita, salvata bimba che aveva ingerito uno spillo

Ospedale Regina Margherita, salvata bimba che aveva ingerito uno spillo
Ospedale Regina Margherita, salvata bimba che aveva ingerito uno spillo
Tempo di lettura: 1 minuto

Miracoloso intervento all’Ospedale Regina Margherita di Torino: salvata una ragazzina che aveva accidentalmente ingerito uno spillo da sarta

Altro straordinario intervento all’Ospedale Regina Margherita di Torino.
Ospedale Regina Margherita, salvata bimba che aveva ingerito uno spillo
Ospedale Regina Margherita, salvata bimba che aveva ingerito uno spillo
L’azienda ospedaliera infantile torinese ha salvato la vita ad una ragazzina di 13 anni che aveva ingerito accidentalmente uno spillo da sarta.
 
La piccola, di origine egiziana, è arrivata al Regina Margherita con uno spillo con punta ad ago di 3,5 cm infilato nei bronchi.
 
Per le condizioni in cui versava la bambina, si trattava di una vera e propria sfida per l’Otorinolaringoiatria Infantile, diretta dal dottor Paolo Tavormina.
 
Una volta giunta in ospedale, dopo essere stata trasferita da un altro, è stata effettuata una Tac al torace, la quale dimostrava l’incuneamento dello spillo tra bronco intermedio e bronco lombare medio destro.
 
La bambina ha raccontato di averlo ingerito accidentalmente mentre correva rendendolo tra i denti. Poi lo ha involontariamente ingoiato e le era “andato di traverso”.
 
Dopo la Tac, la piccola paziente è stata sottoposta ad un complicato intervento di rimozione dello spillo mediante broncoscopia rigida in modo endoscopico e non invasivo.
 
L’intervento è stato effettuato dalla dottoressa Federica Peradotto coadiuvata dalla dottoressa Valeria Boggio, dell’équipe del dottor Paolo Tavormina, ed è perfettamente riuscito. 
 
Dopo 48 ore in reparto, la ragazza, ora in buone condizione cliniche, è stata dimessa. 
Dunque, un altro straordinario intervento all’Ospedale Regina Margherita di Torino che si riconferma una delle realtà dell’eccellenza sanitaria piemontese. 
Correlato:  16 giugno 1957: l'alluvione in Piemonte che devastò tutte le province della regione