Home Articoli HP Gtt, a Torino presentati i nuovi bus gialli e blu: entro il...

Gtt, a Torino presentati i nuovi bus gialli e blu: entro il prossimo anno arriveranno i tram

Tempo di lettura: 2 minuti

Gtt, a Torino sono stati presentati i primi 74 nuovi bus gialli e blu: entro il prossimo anni arriveranno anche i nuovi tram e altri autobus a metano

Gtt, a Torino, si sta dotando di nuovi mezzi, con differenti caratteristiche estetiche e tecniche.
Nella mattinata di oggi, venerdì 2 agosto, i nuovi 74 autobus Conecto Euro 6 sono stati presentati dalla Sindaca Chiara Appendinol’assessora ai Trasporti Maria Lapietral’assessore regionale ai Trasporti Marco Gabusi e l’Amministratore Delegato di Gtt Giovanni Foti.
Gtt, a Torino presentati i nuovi bus gialli e blu: entro il prossimo anno arriveranno i tram
Gtt, a Torino presentati i nuovi bus gialli e blu: entro il prossimo anno arriveranno i tram
 
I nuovi bus sono di colore giallo e blu, in omaggio ai colori della città di Torino
 
Nei prossimi giorni i nuovi mezzi inizieranno a circolare per le strade di Torino.
 
Nel dettaglio, verranno impiegati sulle linee 18, che collega piazza Sofia con piazza Caio Mario, la 35, che da Porta Nuova raggiunge Nichelino, la 56, che collega Grugliasco con Largo Tabacchi, e la 68, che da quartiere San Paolo raggiunge Sassi.
 
Dei 74 autobus della Mercedes, 34 saranno autosnodati di 18 metri e 40 bus non snodati da 12 metri.
 
I veicoli in questione avranno la motorizzazione tradizionale di ultima generazione, vale a dire la Euro 6.
 
Quindi, andranno a sostituire altrettanti mezzi obsoleti Euro 2.
 
Inoltre, Gtt potrà beneficiare del servizio di manutenzione full service per dieci anni.
 
Nel complesso l’investimento è stato di 31 milioni di euro, di cui circa 21 solo per la fornitura di bus.
 
Questo importo è stato finanziato per il 50% dalla Regione Piemonte e per il restante 50% da Gtt.
 
La Sindaca Appendino e l’assessora Lapietra si sono dette soddisfatte dell’acquisto di questo nuovi mezzi che rappresentano il primo passo della rinascita di Gtt.
 
Inoltre, i nuovi mezzi contribuiranno a ridurre drasticamente le emissioni rispetto alla flotta attuale.
 
Oltre a un risparmio di carburante pari al 21,6%, ci sarà una riduzione delle emissioni di ossidi di azoto (NOx) del 98%, del particolato dell’88% e del biossido di carbonio (CO2) del 22%.

La rivoluzione di Gtt

 
Per quanto riguarda i nuovi tram, invece, i primi 30 arriveranno in città entro il 2021.
 
Entro il prossimo anno è previsto l’arrivo di altri 40 autobus a metano, attivi da maggio 2020 e destinati alla flotta extraurbana. 
 
Il risultato sarà il rinnovamento del parco mezzi con 300 nuovi veicoli, su un totale di 800 che compongono l’attuale flotta di Gtt
I 74 nuovi bus gialli e blu di EvoBus Italia sono dotati di tutti i dispositivi per i passeggeri diversamente abili, dalle pedane per la salita e la discesa alle cinture di sicurezza più lunghe, passando per il raddoppio dei posti riservati alle carrozzine.
 
Dunque, si tratta dei primi passi verso il riammodernamento che Gtt dovrà portare avanti nei prossimi anni per garantire un servizio più efficiente.
Correlato:  Le barriere anti-terrorismo di piazza Castello si trasformano: addio alle immagini delle piante