Home Articoli HP Arrivano a Torino i semafori Vista Red: multeranno chi passerà col rosso,...

Arrivano a Torino i semafori Vista Red: multeranno chi passerà col rosso, ecco le prime telecamere

http://www.comune.torino.it/
http://www.comune.torino.it/
Tempo di lettura: 2 minuti

Arrivano a Torino i semafori Vista Red: segnaleranno e sanzioneranno chi passerà col rosso, saranno installati negli incroci più pericolosi

Stanno per arrivare  a Torino i semafori Vista Red.
Il dispositivo avrà la funzione di visionare e segnalare tutti coloro che transitano con il semaforo rosso. Una novità già testata in altre realtà con grande successo, che metterà in guardia i trasgressori e incentiverà il rispetto delle regole per evitare, oltre agli incidenti, anche multe salate.
Palazzo Civico li ha già acquistati e ha già stabilito quali saranno i primi incroci in cui verranno installati.
Tra i crocevia interessati c’è l’incrocio tra corso Regina Margherita e corso Potenza, m anche corso Unione Sovietica angolo corso Bramante e l’incrocio tra corso Agnelli e corso Tazzoli.
Iren si è occupata del bando e dell’installazione degli occhi elettronici. La gara per l’acquisto delle apparecchiature necessarie è già stata chiusa ed è stata vinta dalla Engine, azienda che si è già occupata dell’installazione degli autovelox su corso Regina Margherita.
La società 5T ha dato il supporto nella fase di progettazione.
Gli incroci che il Comune monitorerà con i rilevatori di infrazioni ai semafori sono tredici.
I 13 punti sono stati selezionati dall’Assessorato alla Viabilità insieme con la Polizia Municipale.
Oltre ai tre sopracitati, le telecamere verranno installate anche in corso Unione Sovietica all’angolo con piazzale San Gabriele di Gorizia, all’angolo tra corso Peschiera e corso Trapani, all’incrocio di corso Siracusa con via Tirreno, corso Vittorio Emanuele II angolo corso Castelfidardo, corso Novara con corso Vercelli, corso Lecce con corso Appio Claudio, via Pianezza angolo corso Potenza, corso Vittorio Emanuele II con corso Vinzaglio, piazza Pitagora, corso Turati angolo corso Rosselli.
La lista è stata stilata in base al numero di infrazioni e di incidenti registrati.

Ecco dove verranno installati i primi semafori Vista Red

Al momento, il progetto prevede 21 impianti su 14 incroci diversi.
La prossima settimana arriveranno le telecamere, le attrezzature di sostegno e e le centraline. Dopodichè si potrà procedere con i collaudi.
L’obiettivo del Comune è quello di installare i primi tre sistemi in altrettanti incroci.
I tre incroci che testeranno per primi i Vista Red sono: corso Potenza-corso Lecce-corso Regina, corso Peschiera-corso Trapani e corso Novara-corso Vercelli.
Questi sono i tre punti selezionati e individuati perchè più pericolosi, con un altissimo tasso di incidenti, a volte anche gravi.
Gli incroci scelti faranno da apripista a questo nuovo sistema e saranno utili per valutare gli aspetti tecnici.
Poi si passerà alla seconda fase, in cui verranno individuati gli 11 punti dove installare i 14 apparecchi.
Il costo complessivo dell’insieme dei sistemi è di 400mila euro.
Palazzo Civico punta ad avere pronto il nuovo sistema entro la fine dell’anno in modo da iniziare il 2020 con i nuovi semafori Vista Red attivi.
Il Comune ha stimato che il gettito complessivo delle contravvenzioni dovrebbe oscillare tra i 2 e i 5 milioni di euro.
Dunque, si tratta di una strategia ben precisa, che servirà per affrontare al meglio il problema dei furbetti dei semafori, che con le loro manovre azzardate, mettono a repentaglio la loro vita e quella di altre persone, spesso senza essere puniti in maniera adeguata.
Correlato:  I voli Torino-Madrid sono sempre più numerosi grazie agli investimenti di Iberia