Home Articoli HP La Mole del Sorriso, i claun di corsia che portano allegria e...

La Mole del Sorriso, i claun di corsia che portano allegria e felicità negli Ospedali di Torino

Tempo di lettura: 2 minuti

La Mole del Sorriso, i claun di corsia che portano allegria e felicità negli Ospedali di Torino

Tra le tante nobili iniziative che prendono forma nella nostra città, una delle più interessanti è sicuramente quella di “La Mole del Sorriso”.
Si tratta di un progetto conosciuto e apprezzato da diversi anni, che ha iniziato il suo corso dal 21 marzo 2004. Ben quindici anni di attività, durante i quali questo gruppo ha portato e porta passione, idee ed entusiasmo nelle corsie degli ospedali.
La nomenclatura claun non è dovuta a un errore di battitura, bensì alla volontà dei soci di definirsi proprio così. Soci che, nel corso del tempo, sono via via aumentati numericamente, fino ad arrivare all’attuale quota di ottanta persone. Uomini e donne, ragazzi e ragazze, che si sono resi noti come Molini, rappresentati dal direttivo Claun composto da Gnutella, Zia Maty, Ciripì, Pak e Scianel.
La Mole del Sorriso è un’associazione Onlus, che si distingue per una grande particolarità: è sempre in movimento ed è formata da volontari che adottano periodicamente vestiti e trucchi super colorati, oltre all’immancabile naso rosso, allo scopo di calarsi perfettamente nel ruolo di claun di corsia nei fine settimana, negli ospedali di Torino e delle cittadine limitrofe.
L’obiettivo dell’associazione, come detto, è quello di riuscire portare allegria e sorrisi in strutture ospedaliere, case di risposo, comunità, enti e strutture sanitarie e di assistenza. Si cerca dunque di diffondere sorrisi ed allegria in tutti quei luoghi che presentano situazioni di sofferenza e di disagio. È importante sottolineare come questa attività venga svolta a titolo di volontariato. Pertanto, non va classificata come clown-terapia. È vero che i volontari indossano camici durante le proprie esibizioni, ma si tratta di vestiti colorati. Si distinguono da medici e infermieri, che invece aiutano i Molini a muoversi al meglio tra le corsie per rendere maggiormente felici i pazienti.
I volontari fanno visita a coloro che sono ricoverati durante il weekend. È possibile incontrarli in queste occasioni:
– ogni sabato pomeriggio presso l’I.R.C.C. di Candiolo ;
– ogni sabato pomeriggio presso l’Ospedale Santa Croce di Moncalieri nei reparti di Pediatria, Neonatologia e Maternità;
– sabato mattina presso l’Ospedale di Rivoli nel reparto di Pediatria;
– l’ultima domenica pomeriggio di ogni mese presso l’ Ospedale Gradenigo di Torino nei reparti di Ortopedia, Oncologia e Urologia.
Per chi fosse interessato a prendere parte a questa speciale iniziativa, è possibile seguire, a partire dal mese di ottobre, il corso gratuito per diventare claun di corsia. Tutte le informazioni sono reperibili al seguente link.
Correlato:  Il Comune di Torino assume: diverse figure professionali ricercate con contratto a tempo determinato