Articoli HPTerritorio

Stop al cinema all’aperto al Parco del Valentino: a rischio gli eventi estivi in programma

581
Tempo di lettura: < 1 minuto

Per questa estate Torino rischia di non avere il suo cinema all’aperto al Parco del Valentino: il proiettore e i cavi elettrici nel prato davanti all’Imbarchino sarebbero un pericolo per la sicurezza

Torino rischia di non avere il suo cinema all’aperto al Parco del Valentino.
Lo scorso sabato 1 giugno, il Comune ha vietato la proiezione all’aperto del film “The Cove”, che era in programma al Valentino sul prato davanti all’Imbarchino.
I motivi che hanno portato la commissione di vigilanza ad annullare l’evento sono stati la presenza del proiettore in mezzo al prato e quella dei cavi elettrici sull’erba, per quanto coperti.
 
Una decisione che mette a rischio l’intera programmazione estiva.
 
Infatti, l’Imbarchino ha vinto il bando per organizzare uno dei 9 punti verdi e si sta preparando a lanciare un calendario di 20 appuntamenti estivi davanti al locale.
 
A questo punto, le 10 proiezioni e le performance musicali, teatrali e circensi sono tutte a rischio.
 
Nonostante ciò, l’Associazione Amici dell’Imbarchino tira dritto e guarda avanti verso il suo obiettivo, ossia trasformare il locale in un luogo di aggregazione e di cultura riaccendendo la luce all’interno del Parco del Valentino, ormai da troppo tempo abbandonato allo spaccio.
 
Nel frattempo la raccolta fondi, iniziata lo scorso 1 maggio proprio con una festa sul prato davanti all’Imbarchino, va avanti e in un mese ha già raggiunto i 14mila euro dei 20mila necessari per la riapertura del locale.
 
Dunque, la palla passa al Comune che, come chiede Davide Ricca, presidente della Circoscrizione 8, avrà il compito di prendere in mano la questione Valentino e creare un comitato di gestione del parco che semplifichi la procedura per organizzare eventi. 

Tag
581

Related Articles

581
Back to top button
Close
Close